News

Pubblicazione: 18/03/2020

Nella giornata di ieri 17 marzo 2020, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge 108, o Decreto “Cura Italia” dal titolo:
 
Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19
 
Di seguito alcuni punti salienti:
 
  • La cassa integrazione in deroga viene estesa all’intero territorio nazionale, a tutti i dipendenti di tutti i settori produttivi, comprese le aziende con meno di 5 dipendenti.
 
  • Indennizzo di 600 Euro, su base mensile non tassabile, per i lavoratori autonomi.
 
  • A sostegno dei genitori lavoratori è prevista la possibilità di usufruire, per i figli di età non superiore ai 12 anni, del congedo parentale per 15 giorni aggiuntivi al 50% del trattamento retributivo. In alternativa è prevista l’assegnazione di un bonus baby-sitter nel  limite di 600 € totali, aumentato a 1.000 € per il personale del Servizio Sanitario nazionale e le Forze dell’Ordine.
 
  • Misure per il trasporto aereo, come il riconoscimento di compensazioni per i danni subiti dalle imprese titolari di licenza di trasporto di passeggeri che esercitano oneri di servizio pubblico, l’incremento del fondo speciale per il sostegno del reddito e dell’occupazione e per la riconversione e riqualificazione del personale del settore.
 
  • Una moratoria dei finanziamenti a micro, piccole e medie imprese (che riguarda mutui, leasing, aperture di credito e finanziamenti a breve in scadenza).
 
  • Sospensione, senza limiti di fatturato, per i settori più colpiti, dei versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione obbligatoria per i mesi di marzo e aprile, insieme al versamento Iva di marzo. I settori interessati sono, fra gli altri: turistico-alberghiero, termale, trasporti passeggeri, ristorazione e bar, cultura (cinema, teatri), sport, istruzione, parchi divertimento, eventi (fiere convegni), sale giochi e centri scommesse.
 
  • Sospensione dei termini degli adempimenti e dei versamenti fiscali e contributivi per contribuenti con fatturato fino a 2 milioni di euro (versamenti IVA, ritenute e contributi di marzo).
 
  • Premi ai lavoratori: ai lavoratori con reddito annuo lordo fino a 40.000 euro che nel mese di marzo svolgono la propria prestazione sul luogo di lavoro (non in smart working) viene riconosciuto un premio di 100 euro, non tassabile (in proporzione ai giorni lavorati).
 
  • Introduzione di incentivi e contributi per la sanificazione e sicurezza sul lavoro: per le imprese vengono introdotti incentivi per gli interventi di sanificazione e di aumento della sicurezza sul lavoro, attraverso la concessione di un credito d' imposta, nonché contributi attraverso la costituzione di un fondo INAIL; analoghi contributi sono previsti anche per gli enti locali attraverso uno specifico fondo.
 
  • Credito d’imposta per le spese di sanificazione degli ambienti: pari al 50% dell’importo documentato e con un limite di 20.000 €
 
Oltre a ciò, sono stati varati alcuni provvedimenti più specificatamente a tutela del settore autotrasporto
 
  • Slittamento dei termini per proporre ricorso a multe ancora non scadute.
 
  • Proroga dei termini per il pagamento in misura ridotta delle sanzioni (si usufruisce dello sconto del 30%, ove previsto, anche oltre i 5 giorni).
 
  • Disposizioni in materia di trasporto stradale e trasporto di pubblico di persone, per contrastare gli effetti derivanti dalla diffusione del COVID-19 sugli operatori di servizio di trasporto pubblico regionale e locale e sui gestori di servizi di trasporto scolastico, nonché di trasporto navale, come l'esenzione temporanea dal pagamento della tassa di ancoraggio delle operazioni commerciali effettuate nell'ambito di porti, rade o spiagge dello Stato e la sospensione dei canoni per le operazioni portuali fino al 31 luglio 2020.
 
  • Disposizioni di sostegno agli autoservizi pubblici non di linea, con un contributo di 2 milioni di Euro (non superiore al cinquanta per cento del costo di ciascun dispositivo installato) in favore dei soggetti che dotano i veicoli di paratie divisorie atte a separare il posto guida dai sedili riservati alla clientela.
 
  • Fino al 31 ottobre 2020 è autorizzata la circolazione dei veicoli da sottoporre entro il 31 luglio 2020 alle attività di revisione.
 
  • Proroga al 31 agosto 2020 della validità dei documenti di riconoscimento scaduti o in scadenza successivamente alla data di entrata in vigore del decreto.
 
  • Tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi, comunque denominati, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020.
 
Si ricorda che le disposizioni a proposito della scadenza dei documenti, permessi, attestati , ecc.  è limitato al territorio Nazionale. 
 
Il Decreto Legge passa ora all’esame del Parlamento e potrà subire, per questo, ulteriori modifiche, dovendo essere convertito in legge entro 60 giorni (16 Maggio 2020).
 
Seguiranno maggiori approfondimenti sui singoli temi affrontati. 
 
In allegato il Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020
 
Per eventuali chiarimenti, non esitate a contattarci ai seguenti riferimenti:
Tel.:  045 2477462
Email: golia@infogestweb.it
 
 
Copyright immagine: Filippo Attili/Palazzo Chigi/LaPresse
 


Allegati
N Descrizione File Download
1
1910_Decreto Cura Italia.pdf Download
 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy