Golia - Le Ali dell'autotrasporto
golia
Le Ali dell'Autotrasporto

Fino a quaranta ore di attesa, camionisti "semplicemente lasciati soli". Il racconto da Dover

06/04/2022

Quaranta ore di attesa. Un’ora di tempo per fare un solo chilometro. Quasi un testa a testa con la tartaruga, visto che per percorrere mille metri l’animale famoso per la sua lentezza impiega più o meno tre ore. 


Numeri e storie che arrivano direttamente da Dover, porto di confine tra Inghilterra e Francia, dove attualmente sono coinvolti tantissimi veicoli, soprattutto camion, nelle code per imbarcarsi verso la Francia (e viceversa). Ed i conducenti professionali? Partiamo da loro, prima di vedere le cause di questo stop. La BBC ha ripreso le parole di Stuart Orme, autista fermo nel bel mezzo della colonna di veicoli: “Siamo stati trattati come animali. Nessun welfare, nessun bagno e nessuna informazione. Semplicemente, siamo stati lasciati soli”


Una domanda, a questo punto, sorge spontanea. In un’epoca in cui la professione del camionista è fortemente minacciata da stereotipi e scarsa attrattività, come si può pensare di cambiare il modo di pensare se accadono avvenimenti di questo tipo? Basta mettere in campo incentivi e risorse? Occorre forse uno sforzo collettivo, per cogliere e far comprendere l’essenzialità di questa professione che “muove” letteralmente tutto il tessuto economico.

 

LE CAUSE Com’è possibile sia accaduto tutto questo? Una tempesta perfetta, in tutti i sensi. Da una parte il licenziamento via Zoom di 800 operai della P&O Ferries, compagnia armatoriale inglese attiva nei collegamenti Dover-Calais, appunto sospesi. Dall’altra il collo di bottiglia creato dall’impossibilità di usare due navi DFDS, che hanno urtato una banchina a Dover. Infine, il maltempo e la congestione del traffico dovuto alle vacanze in arrivo. Disagi su disagi, che ancora una volta hanno colpito persone e famiglie.
 



CONTATTACI

contacts
© 2021 Infogestweb s.r.l.
Via Belvedere, 15
37066 Sommacampagna (VR)
Grazie, il tuo messaggio è stato inviato correttamente!
Sbam! Qualcosa è andato storto...