News

Pubblicazione: 08/08/2016

L’Avvocato Natale Callipari (Fondatore del Centro Studi Europeo dell’Autotrasporto) di concerto con il dott. Gianluca Rossato e dott. Davide Tonon (rispettivamente fondatore e Presidente e vice presidente dell’Associazione Informasonno), intendono dare vita ad un progetto funzionale alla prevenzione degli incidenti collegati alle patologie del sonno quali insonnia, osas e apnee notturneL’obiettivo pianificato potrà essere raggiunto solo grazie alla collaborazione di tutte le istituzioni e le professionalità operanti nel settore degli incidenti stradali e ad un’attiva campagna di sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza e dei conducenti, mediante opportune attività di supporto e di assistenza.
 
L’associazione Informasonno già contribuisce all’attività di prevenzione degli incidenti da colpo di sonno attraverso la distribuzione di materiale informativo, di questionari specifici e di consulenza online.
In particolare, presso gli autogrill di Brianza Nord e Cantagallo Ovest sarà possibile per gli automobilisti eseguire un’autovalutazione sulla presenza della sonnolenza e sul rischio della sindrome delle apnee ostruttive nel sonno.
 
A tal riguardo, sotto il profilo statistico, secondo la Fondazione Vinci in Francia, nel 2015 il 56% degli incidenti mortali in autostrada è causato dalla sonnolenza, mentre, sulle strade urbane ed extraurbane il dato è pari al 7%. La stessa Fondazione sottolinea che rimanere svegli per 17 ore consecutive causa gli stessi effetti di un tasso alcolemico pari a 0.5 gr/L; difatti, la sonnolenza e la stanchezza sono causa di inattenzione e di micro-sonni che causano 1/3 degli incidenti autostradali.
Se si pone uno sguardo al territorio nazionale, i dati non cambiano: nel 2014, si sono verificati 177.031 incidenti stradali lesivi, che hanno provocato la morte di 3.381 persone  e il ferimento di altre 251.147 (dati ISTAT). Gli incidenti più gravi avvengono sulle strade extraurbane (escluse le autostrade), dove si sono registrati 4,63 decessi ogni 100 incidenti. Le vittime sono state invece 1,13 ogni 100 incidenti sulle strade urbane e 3,14 sulle autostrade.

L’importanza di riconoscere gli incidenti da alterato stato psico-fisico è correlata alla necessità di prevenire il secondo evento (incidente). Questa priorità è sicuramente attuata per alcool e stupefacenti, per i quali esistono metodi di rilevazione (alcol-test e test-droghe) e specifiche contravvenzioni per sanzionare i comportamenti, soprattutto alla luce delle ultime modifiche apportate al Codice della Strada.
Per gli incidenti da sonnolenza, invece, la situazione è più complessa, a causa della difficoltà di rilevare la sonnolenza e per la mancanza di una chiara procedura di identificazione e segnalazione degli incidenti stradali da sospetto colpo di sonno.
 
L’associazione Informasonno, nell’ambito del progetto di sensibilizzazione e prevenzione degli incidenti da colpo di sonno, ha sviluppato le seguenti iniziative:
  • Angolo della Prevenzione, in collaborazione con Autostrade per l’Italia e Croce Rossa Italiana;
  • Comune di Monselice, dove l’obiettivo è prevenire ed evitare il secondo incidente sulle strade urbane;
Sul sito dell’associazione Informasonno  è possibile trovare anche notizie sulle principali novità tecnologiche, come i sistemi per ridurre gli incidenti da sonnolenza, attraverso sensori installati nei veicoli che quando si presentano situazioni compatibili con un calo dell’attenzione emette un suono e sul cruscotto compare una tazza di caffè. Sempre sul sito è possibile accedere alla sezione Test Online e compilare i relativi questionari, vedere subito la risposta e trovare i centri di medicina del sonno in Italia.
 
In allegato i questionari relativi alle apnee del sonno e della scala della sonnolenza predisposti da Informasonno; in ogni caso, in caso di sospetti, si consiglia di rivolgersi sempre ad un medico specialista.
 


Allegati
N Descrizione File Download
1
325_Scala della sonnolenza_Informasonno.pdf Download
2
324_Apnee del sonno_Informasonno.pdf Download
 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy