News

Pubblicazione: 10/09/2021

La Gran Bretagna del post-Brexit non è riuscita a evitare l’esodo di autotrasportatori stranieri, un fenomeno che ha provocato seri problemi di approvvigionamento, con scaffali di alimentari e supermarket sempre più vuoti.
La carenza di autisti - problema che interessa molti Paesi europei compresa l’Italia – è collegata all’assenza di turnover, ma anche al fatto che diversi camionisti sono in isolamento a causa del covid.
Si è inoltre acuita la difficoltà a reclutare autisti, come è accaduto in altri Paesi, con la ripresa del dopo pandemia: molti, infatti, ancora coperti dal regime di sussidi pubblici, hanno preferito aspettare migliori condizioni di lavoro per ricominciare.
 
Verso la creazione di un esame unico
Ma il governo britannico è già corso ai ripari lavorando una riforma del sistema dei test per le patenti dei camionisti con criteri che snelliscono e velocizzano l’iter.
Dopo alcuni incontri tra funzionari ministeriali e associazioni dei camionisti, l'esecutivo si prepara infatti a introdurre le modifiche, a partire dalla creazione di un esame unico per chi aspira alla patente di categoria 'C', quella dei mezzi pesanti, e per quella di tipo 'E', riservata agli autoarticolati.
Attualmente, devono passare 2-3 settimane tra l'esecuzione dei due test.
 


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy