News

Pubblicazione: 23/03/2020

Il Ministro dell’Interno, attraverso un’apposita circolare, per fare ulteriore chiarezza sull’argomento, ha divulgato un vademecum per il corretto utilizzo delle mascherine, realizzato da Associazione Asso.Forma – Agenzia Formativa Accreditata per la Regione Piemonte.
 
Si riportano di seguito maggiori indicazioni in merito alle molteplici tipologie di mascherine in commercio e al loro uso.
 
FFP3 con valvola di esalazione: idonee per il personale ospedaliero operante nei Reparti di Terapia Intensiva e Infettivologia (perché a contatto con pazienti certamente contagiati).
 
FFP2 con valvola di esalazione: idonee per i soccorritori (perché sono a contatto con persone e/o pazienti potenzialmente contagiati).
 
Dalla valvola della mascherina fuoriescono le esalazioni che contribuiscono a diffondere il possibile contagio, pertanto il loro utilizzo è sconsigliato per:
  • la popolazione
  • le Forze dell’Ordine
  • per tutti i reparti di alimentari o banchi del fresco.
  • per gli uffici aperti al pubblico
 
FFP2 senza valvola di esalazione: idonee per le Forze dell’Ordine solo in caso di emergenza e ausilio ai soccorritori (devono essere protetti ma non rischiare di contagiarsi tra di loro)
 
FFP2 con o senza valvola di esalazione: idonee per i medici di famiglia e le guardie mediche.
I medici potranno indossare la mascherina chirurgica sopra alla FFP2 con valvola per limitare la diffusione delle loro esalazioni dalla valvola.
 
N.B. La valvola è di aiuto a chi è costretto ad utilizzarla per lungo tempo e in presenza di pazienti potenzialmente malati.
 
MASCHERINE CHIRURGICHE o FATTE IN CASA: devono essere utilizzate da tutta la popolazione circolante, dai lavoratori, dalle Forze dell’Ordine, dagli uffici aperti al pubblico e dagli addetti alla vendita di alimentari.  Tali mascherine infatti assorbono le esalazioni e l’umidità trattenendole senza rilasciarle nell'ambiente circostante.
 
Per il personale ospedaliero, gli infermieri e/o gli stessi medici, quando non in reparto, si consiglia di usare le chirurgiche (oppure, se disponibili, le FFP2 o FFP3 senza valvola o con aggiunta della mascherina chirurgica davanti alla valvola) per limitare al massimo la diffusione del contagio.
 

Infogestweb-Golia, a titolo informativo, aggiunge alcune raccomandazioni non comprese nella Circolare del Ministero ottenute da esperti del settore:
 
  • La mascherina va sistemata sul viso comprendo accuratemente sia la bocca che il naso.
  • Durante il periodo di utilizzo della mascherina, questa non va toccata con le mani, poichè potrebbero essere contagiate con particelle virali accumulate sulla parete esterna. Allo stesso modo non vanno portate le mani al viso (occhi, guance, etc.).
  • Manipolare la mascherina sempre e solo dai lacci o dagli elastici di fissaggio (alle orecchie o dietro la nuca). 
  • La mascherina non va tenuta sollevata sulla fronte o sotto il mento (ad esempio per bere o per parlare al telefono). Eventualmente va tolta completamente maneggiandola dai lacci o dagli elastici (senza toccare la parte in tessuto che si pone davanti naso e bocca).
  • Una volta tolta la mascherina, anche solo temporaneamente, non va poggiata su superfici quali tavoli o ripiani, in quanto li si potrebbe contagiare. Se ciò dovesse accadere, necessita sanificare tali superfici.
  • Una mascherina tolta deve essere tenuta in mano per i lacci o gli elastici e, se non più da usare, va immediatamente gettata in appositi contenitori per rifiuti contaminati.
  • Le mascherine sono normalmente di tipo usa e getta, per cui non vanno utilizzate per un periodo di tempo troppo lungo (alcune ore, variabili a seconda del tipo di mascherina). In ogni caso, una mascherina già usata (anche per poco tempo) e poi riposta, non va più utilizzata. Meglio se eliminata nei rifiuti già da quando viene tolta.
 
In allegato la Circolare del Ministero dell’Interno


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy