News

Pubblicazione: 23/02/2021

Nonostante le misure restrittive legate al Covid-19, si è conclusa con successo la campagna di controlli “Truck & Bus” promossa dalla ROADPOL, la rete di cooperazione tra le Polizie Stradali europee nata sotto l'egida dell'Ue. L'operazione, che prevede un’intensificazione dei controlli nel trasporto stradale di merci e passeggeri, si è svolta nella settimana dall'8 al 14 febbraio ed è la prima delle quattro campagne pianificate per il 2021.
Alla rete di cooperazione ROADPOL (European Roads Policing Network) aderiscono tutti i Paesi membri, tranne Grecia e Slovacchia, oltre a Svizzera, Serbia, Turchia e in qualità di osservatore la Polizia dell'Emirato di Dubai e Emirati Arabi Uniti. L'Italia è rappresentata dal Servizio Polizia Stradale del Ministero dell'Interno.
 
I numeri della prima campagna del 2021
In Italia, la Polizia di Stato ha controllato 10.769 mezzi pesanti e 573 autobus. In totale sono state contestate 6.735 violazioni di cui 771 per il superamento dei limiti di velocità, 15 per guida sotto l’effetto di alcol, 5 per guida sotto l’effetto di stupefacenti, 254 per mancato uso delle cinture di sicurezza.
In materia di irregolarità nell’uso del cronotachigrafo sono state rilevate 1.375 infrazioni; 827 le infrazioni relative alle inefficienze tecniche e al carico, 885 quelle relative ai documenti del veicolo e di trasporto, 163 infrazioni nel trasporto di merci pericolose, 30 relative al trasporto dei rifiuti e 2367 altre infrazioni.
Inoltre si è proceduto a 1 sequestro di sostanza stupefacente, 4 sequestri di merce rubata, 17 inerenti l’immigrazione e 35 altri reati.
 
I dettagli e le modalità dell’operazione
Le misure anti Covid-19, rafforzate ed estese recentemente a causa del diffondersi delle varianti del virus, hanno imposto una rimodulazione nella gestione delle risorse umane impegnate solitamente nella campagna. Alcuni Paesi hanno effettuato l'operazione con meno personale, limitandone anche le azioni per minimizzare il rischio di contagio.
L’operazione Truck & Bus viene pianificata ed eseguita con modalità diverse nei singoli Paesi, anche se alcuni tratti principali rimangono costanti.
Il tempo di completamento del controllo varia a seconda dell'eventuale violazione: i tempi sono brevi se l'infrazione comporta solo una multa, ma ci sono casi in cui violazioni più gravi come il sovraccarico, il superamento dei tempi di guida o gravi difetti tecnici comportano un fermo più lungo per il mezzo e la stesura di verbali più articolati.
In conseguenza al maggiore traffico delle merci, sono stati effettuati più controlli durante la settimana lavorativa rispetto al fine settimana.

I controlli si concentrano principalmente sui seguenti elementi:
·      camion (peso, dimensioni, condizioni tecniche di guida, il tachigrafo);
·      carico (lettera di vettura);
·      conducente (patente di guida, uso di alcol/droghe, segnaletica).


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy