News

I veicoli commerciali oltre le 3,5 t. di massa complessiva a pieno carico che entrano in Svizzera attraverso i valichi di Ponte Tresa e Madonna di Ponte, dal 1° luglio 2017 dovranno obbligatoriamente essere muniti di apparecchio "Emotach" per assolvere l'apposita tassa sul traffico pesante TTPCP.
 
Con una recente nota (1), l’Amministrazione Federale delle Dogane svizzere ha informato che dal 1° luglio 2017 i veicoli commerciali di massa complessiva superiore a 3,5 t. potranno entrare in Svizzera attraverso i valichi di Ponte Tresa e Madonna di Ponte, solo se muniti di apparecchio “Emotach” per la riscossione elettronica della TTPCP, la tassa elvetica sul traffico pesante commerciale commisurata alle prestazioni.

La nota dell’Amministrazione svizzera contiene una lista di installatori autorizzati ed un pro-memoria per i conducenti.

Il valico di Ponte Tresa (VA) si trova sull’itinerario Varese-Lugano, mentre quello di Madonna di Ponte (VB) sull’itinerario Pallanza-Locarno.

Normalmente, gli autocarri esteri pagano la TTPCP svizzera mediante la ID-Card presso i confini svizzeri.
 
Articolo a cura di
Confindustria Verona


Allegati
N Descrizione File Download
1
679_TTPCP CH 2017.pdf Download
2
678_Nota dogana CH 18.4.17 su obbligo emotach.pdf Download
 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy