News

Pubblicazione: 25/02/2021

ALIS, l’Associazione Logistica dell'Intermodalità Sostenibile, continuerà a fare sistema per ottenere un maggiore coinvolgimento e una maggiore sensibilità nei confronti del popolo del trasporto e della logistica, “il cui lavoro è stato riconosciuto anche dal Presidente Draghi come essenziale per la campagna vaccinale e per l’intero Paese”.
Lo ha detto il Presidente di ALIS Guido Grimaldi dopo i lavori del nuovo Consiglio direttivo, spiegando che l’Associazione punta sempre più alla sostenibilità ambientale, economica e sociale.
 
Per l’agenda associativa e per quella governativa sarà sempre più importante sviluppare il processo di transizione energetica ed ecologica: “I nostri associati si stanno già impegnando in tal senso, come nel caso degli ingenti investimenti in nuove navi ibride di ultimissima generazione, che hanno permesso di rispettare e addirittura superare i target di sostenibilità previsti a livello internazionale - ha aggiunto il Presidente Grimaldi -. Al tempo stesso riteniamo fondamentale, come abbiamo evidenziato nelle recenti Audizioni alla Camera dei Deputati e al Senato sulla proposta di PNRR, che siano previsti specifici incentivi per l’autotrasporto volti al rinnovo dell’intero parco circolante dei mezzi pesanti, che ad oggi in Italia ha un’età media di circa 14 anni e il 16% è rappresentato ancora da mezzi euro 0, 1 e 2”.
Secondo l’Associazione, la sostenibilità dovrà dare anche maggiore competitività alle aziende in termini di digitalizzazione e riduzione degli oneri finanziari, nonché sostenere politiche volte a valorizzare la formazione attraverso partenariati con Istituti Tecnici Superiori ed Università per formare giovani risorse sempre più qualificate e creare nuove opportunità di lavoro.
 
Efficientare la logistica dei vaccini
ALIS si impegnerà ancor più - ha proseguito Grimaldi - a contribuire all’efficienza della logistica dei vaccini, dove per esempio proponiamo di effettuare procedure di controllo delle temperature da remoto, che risultano senz’altro più efficienti e sicure di quelle in loco”.

Nell’agenda dell’Associazione figura anche la  necessità di promuovere istanze volte a semplificare le procedure di revisione dei mezzi pesanti nel nostro Paese e nei trasporti internazionali, visti i ritardi che si sono accumulati e i conseguenti disagi agli autotrasportatori.
Inoltre, in considerazione della eccezionale situazione di emergenza derivante dal Covid-19 e delle ripercussioni in termini di diminuzione dei volumi e dei ricavi delle imprese del comparto dei trasporti e della logistica, ALIS ha proposto all’Autorità di Regolazione dei Trasporti di disporre l’esonero totale dal pagamento del contributo annuale 2021 per tutte le aziende del settore: “Ci auguriamo che in tal senso possano giungere dal nuovo Governo maggiori segnali di attenzione e sensibilità nei confronti di un comparto così strategico per l’economia nazionale”, ha concluso Grimaldi.
 


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy