News

L’Agenzia delle Dogane ha reso noto che le imprese di autotrasporto hanno tempo dal 1° al 31 luglio per presentare la domanda di recupero delle accise sul gasolio consumato nel secondo trimestre del 2019 (dal 1° aprile al 30 giugno).
 
La domanda di rimborso delle accise può essere presentata:
 
  1. in via telematica attraverso il software scaricabile sulla pagina web dell’Agenzia delle Dogane, dove si trovano anche i modelli di dichiarazione  e le istruzioni
  2. oppure in formato cartaceo trasferito su supporto informatico (CD, DVD, Pendrive ecc..) da consegnare all’ufficio territorialmente competente insieme allo stampato
 
Per il trimestre compreso tra il 1° aprile al 30 giugno 2019 l'importo rimborsabile è di 214,18 euro per 1.000 litri di prodotto.
 
Per provare i consumi sono necessarie le fatture di acquisto del gasolio, che devono riportare la targa del veicolo. Inoltre nel modello da compilare occorre anche inserire i km percorsi dal singolo veicolo nel periodo di riferimento.
 
Golia, la piattaforma web per il monitoraggio dei dati tachigrafici, mette a disposizione dei clienti un report per il calcolo dei kmutile alla presentazione della domanda di recupero accise 
 
Contattaci per maggiori informazioni:
045 2477462
golia@infogestweb.it 
 
Le imprese possono usare il contributo in compensazione con il modello F24 applicando il codice 6740.
 
Il beneficio recupero accise è riservato alle imprese:
  • di autotrasporto di merci: in conto terzi, iscritti nel relativo albo, in conto proprio muniti della relativa licenza
  • di trasporto persone conto terzi che eseguono il servizio pubblico di linea, anche scolastico
 
Hanno diritto al beneficio le imprese che utilizzano:
  • autocarri con peso a pieno carico pari o superiore a 7.5 tonnellate per trasporto di merci in conto proprio e per conto terzi;
  • autobus per il servizio pubblico anche scolastico.
 
Rientrano tra i veicoli agevolabili con massa superiore alle 7.5 t anche gli autoveicoli destinati a trasporti specifici, betoniere, furgoni frigoriferi ed altri mezzi dotati di particolari attrezzature. Sono agevolabili i mezzi di proprietà in leasing o a noleggio.
 
Sono esclusi dal beneficio i mezzi Euro 0, Euro 1 ed Euro 2, a partire rispettivamente dal 31/12/2014 e 31/12/2015.
 


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy