News

Negli ultimi giorni sono stati emanati alcuni provvedimenti per l’autotrasporto, in particolare lo sblocco dei fondi per il rinnovo del parco veicolare e la comunicazione delle cifre delle deduzioni forfettarie 2018 per i trasportatori artigiani.
 
Il ministro dei Trasporti ha firmato il decreto per lo sblocco dell’erogazione di 25 milioni di euro di contributi alle aziende di autotrasporto per il rinnovo del parco veicolare. Le risorse sono così suddivise:
 
  • 9,5 milioni per l’acquisto di veicoli nuovi con massa complessiva pari o superiore a 3,5 t alimentati con gas naturale compresso o liquefatto, oppure a trazione elettrica o ibrida diesel-elettrica, e per la conversione di veicoli con motore termico in elettrici.
 
  • 9 milioni per l’acquisto di veicoli con massa superiore a 7 t con motore diesel Euro VI a fronte della rottamazione di veicoli con massa complessiva pari o superiore a 11,5 tonnellate, oppure all'acquisito di veicoli con massa complessiva da 3,5 a 7 tonnellate con motore Euro VI, anche senza rottamazione di veicoli usati.
 
  • 6 milioni per l’acquisto di rimorchi o semirimorchi nuovi per il trasporto combinato strada-mare o strada-rotaia o per il trasporto a temperatura controllata in regime Atp.
 
  • 500mila euro per l’acquisto di casse mobili e di rimorchi o semirimorchi per il loro trasporto.
 
Il ministero dell’Economia e delle Finanze ha indicato le cifre con cui gli autotrasportatori artigiani (autotrasporto merci per conto di terzi) possono beneficiare delle deduzioni sulle spese non documentate sostenute nel 2018.
 
  • Per i trasporti effettuati dall’imprenditore oltre il Comune in cui ha sede l’impresa è prevista una deduzione forfettaria di 48,00 euro, concessa una sola volta per ogni giorno di trasporto effettuato, a prescindere dal numero dei viaggi.
 
  • Per i trasporti effettuati dall’imprenditore all’interno del Comune in cui ha sede l'impresa è prevista una deduzione forfetaria pari al 35% di quanto riconosciuto per i trasporti oltre il territorio comunale.
 
Secondo le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate, la deduzione forfetaria per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore deve essere riportata nei quadri RF e RG dei modelli Redditi 2019 PF e SP, utilizzando nel rigo RF55 i codici 43 e 44 e nel rigo RG22 i codici 16 e 17. I codici si riferiscono, rispettivamente, alla deduzione per i trasporti all’interno del Comune e alla deduzione per i trasporti oltre tale ambito.
 

 


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy