News

Pubblicazione: 09/06/2021

Il tachigrafo serve per rilevare i tempi di guida e di riposo al fine di verificarne la conformità alle normative sui ritmi lavorativi dei conducenti professionali. Non serve per sanzionare (dove si verifichi) un eccesso di velocità essendo quest’ultima utilizzabile solo per la verifica della veridicità dei tempi di guida in funzione delle distanze chilometriche percorse.

Lo ha fissato la Commissione europea il 3 novembre scorso (leggi qui), una linea di cui è fortemente convinta anche Infogestweb-GOLIA, attiva da tempo su questo argomento avendo più volte sollecitato, nelle sedi istituzionali e giudiziali, il fatto che il tachigrafo non possa essere usato dal punto di vista sanzionatorio in quest’ambito. Ciò infatti va in contrasto con la norma europea, in particolare con gli artt. 4-7-9-38 del Reg. UE 165 del 2016, che ripetutamente precisano come tutti i dati registrati dal tachigrafo possano essere utilizzati e trattati esclusivamente "...ai fini della verifica della conformità al presente regolamento...", ovvero solo per la verifica della conformità ai tempi di guida e riposo.

LA SENTENZA Conferme che arrivano anche dalle aule giudiziarie italiane. Con la sentenza n. 73/2021 dello scorso 27 maggio, il giudice di pace di Ferentino ha sostanzialmente stabilito che non si più sanzionare un conducente per eccesso di velocità basandosi sul tachigrafo, in quanto il Regolamento UE n.165/2014 indica “solamente” come installare e usare lo strumento, mentre è il Codice della Strada italiano a contemplare lo stesso come fonte di prova per il superamento dei limiti.
Un’incongruenza non possibile proprio perché l’Italia deve attenersi alle norme comunitarie, come già affermato in precedenza. La sentenza del Giudice di Pace, seppur non vincolante, deve essere accolta favorevolmente e rappresentare un punto d’inizio per la valutazione di casi simili.

GOLIA LEGAL Non è raro che l’azienda di autotrasporto abbia bisogno di supporto da un legale: per contestare un verbale, per gestire un sinistro stradale o sul lavoro, o per questioni contrattuali. Golia è in grado di fornire tutela legale giudiziale e stragiudiziale, in Italia e all’estero.


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy