Flash

Pubblicazione: 29/04/2020

Con il DPCM del 26 aprile 2020 sono stati prorogati fino al 17 maggio 2020 gli obblighi delle persone che entrano in Italia dall’Estero, escluso il personale viaggiante di imprese con sede legale in Italia, confermando quanto precedentemente disposto.
 
Alla luce di ciò, ricordiamo che per i conducenti di impresa di autotrasporto estera, è previsto l’obbligo di comunicare immediatamente il proprio ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria competente in base al luogo di ingresso nel territorio nazionale.
 
A tal proposito riportiamo in allegato i riferimenti a cui indirizzare la suddetta comunicazione a seconda dei valichi di ingresso.
 
La medesima comunicazione deve essere fatta anche se l’ingresso in Italia è avvenuto per il solo transito per raggiungere altro Stato (UE o extra UE). In questo ultimo caso, il periodo massimo di permanenza sul territorio nazionale è di 24 ore, prorogabile per specifiche e comprovate esigenze di ulteriori 12 ore. In caso di superamento di tale periodo, si applicheranno gli obblighi di comunicazione e sottoposizione a sorveglianza sanitaria con isolamento fiduciario per 14 giorni.

Ricordiamo infine che conducenti professionali dipendenti di aziende di autotrasporto con sede fuori dall'Italia devono avere con sé un'autoceritificazione per potere entrare o transitare sul territorio italiano redatta e resa in lingua italiana.

Il Team Golia è a disposizione per ulteriori informazioni a riguardo.
Tel.:  045 2477462


Allegati
N Descrizione File Download
1
2168_Dipartimenti di prevenzione_aggiornamento del 27.04.2020 .pdf Download
 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy