News

Pubblicazione: 27/03/2020

Di seguito il consueto aggiornamento quotidiano di Infogestweb-Golia in merito alla situazione europea,  con le ultime info riguardo le frontiere e le deroghe sui tempi di guida e riposo.
 
Per facilitarne la consultazione, tutte le informazioni sono state suddivise per Stato di competenza
 
Slovenia
Aggiornato il 26/03/2020
 
Estensione della validità dei documenti
È stato introdotto un divieto temporaneo, con validità fino al 16 aprile 2020, in merito all’esecuzione di verifiche tecniche e altre procedure sui veicoli.
Pertanto, la validità dei relativi certificati, come ad esempio l'assicurazione degli autoveicoli e i certificati ADR per il trasporto di merci pericolose, sarà prorogata fino al 16 maggio 2020.
Conseguentemente all’emanazione del decreto che vieta l’erogazione di attività formative rivolte ai conducenti,  la validità delle patenti di guida è prorogata fino al 16 maggio 2020.
 
Condizioni generali e valichi di frontiera dall'Italia
Sono aperti solo i seguenti quattro valichi di frontiera: Vrtojba, Fernetiči , Škofije (aperti 24 ore su 24) e Krvavi Potok (aperto dalle 05:00 alle 23:00).
Tutti gli altri valichi di frontiera sono chiusi.
 
Ingresso dall'Italia
L'ingresso dall’Italia è consentito ai cittadini sloveni, mentre ai cittadini NON sloveni o che non hanno una residenza permanente o temporanea registrata nella Repubblica di Slovenia l'ingresso è consentito solo se in possesso di un certificato, in sloveno, inglese o italiano che attesti il completamento di un test medico a conferma dell'assenza di SARS-CoV-2 (COVID-19) e che non risulti più vecchio di 3 giorni, .
In assenza di tale prova, è permesso di entrare in Slovenia solo se: la temperatura corporea è inferiore a 37,5 ° C e non si mostrano chiari segni di infezione del tratto respiratorio superiore (tosse, starnuti, respiro corto).
 
Trasporto merci su strada che entra dall'Italia
Il trasporto di merci su strada dalla Repubblica Italiana alla Repubblica Slovena è sospeso, ad eccezione del trasporto di articoli postali, medicinali, dispositivi di protezione e dispositivi medici, nonché di aiuti umanitari.
I veicoli merci (trasporto merci) la cui destinazione finale è la Slovenia sono esentati da tale disposizione.
Sulla base di accordi con diversi paesi limitrofi, il trasporto di merci su strada è attualmente gestito in convogli organizzati, in collaborazione con la polizia e con l'assistenza del servizio di controllo dei pedaggi DARS.
 
Condizioni applicabili all'ingresso in Slovenia dall'Austria - in vigore dal 25/03/2020 alle ore 00:00
  • Sono operativi 13 punti di ingresso: Gornja Radgona, Kuzma, Holmec, Karavanke, Jurij, Vič, Ljubelj, Trate, Radlje, Gederovci, Šentilj (autostrada), Šentilj (autostrada) e Korensko.
  • Non è consentito il traffico di treni passeggeri.
  • L'ingresso dall'Austria è consentito per: cittadini sloveni, residenti temporanei o permanenti in Slovenia, stranieri solo se in possesso di un certificato non più vecchio di 3 giorni, che attesti il completamento di un test medico a conferma dell'assenza di SARS-CoV-2 (COVID-19).
  • L'ordinanza non si applica a coloro che possiedono terreni su entrambi i lati del confine di stato che svolgono lavori agricoli, migranti di lavoro transfrontaliero, trasporto merci, passeggeri di veicoli di emergenza / ambulanza e per il transito effettuato in convogli umanitari organizzati.
  • Non è consentito il transito di persone che si presume non possano lasciare il territorio della Slovenia a causa di azioni dei paesi vicini.

Romania
Aggiornato il 26/03/2020
 
Il 24 marzo 2020 il Ministero degli affari interni rumeno ha annunciato le seguenti nuove misure:
 
  • Isolamento in quarantena per tutte le persone che entrano in Romania (non è chiaro se questa misura si applica anche ai conducenti di camion).
  • Tutti i voli condestinazione verso Francia e Germania, nonché dalla Francia e la Germania per la Romania, sono sospesi per un periodo di 14 giorni. Questa misura non si applica ai voli di aerei statali, merci e posta, servizi medici o di emergenza e voli tecnici non commerciali autorizzati.
  • I documenti rilasciati dalle autorità pubbliche che scadono durante lo stato di emergenza possono essere scambiati entro 90 giorni dalla data di cessazione dello stato di emergenza.
 
Corridoi di transito in Romania
In linea con la richiesta della CE, la Romania ha istituito i seguenti corridoi di transito:
 
Corridoio 1
  • Alternativa 1: Nădlac (valico di frontiera) - Arad - Timișoara - Lugoj - Ilia - Deva - Simeria - Sebeș - Sibiu - Râmnicu Vâlcea - Pitești - Bucarest - Giurgiu (valico di frontiera).
  • Alternativa 2: Borș (valico di frontiera) - Oradea - Cluj Napoca - Alba Iulia - Sebeș - Sibiu - Râmnicu Vâlcea - Pitești - Bucarest - Giurgiu (valico di frontiera).
  • Corridoio aggiuntivo da Bucarest a Costanza A2.
 
Corridoio 2
  • Giurgiu (valico di frontiera) - București - Urziceni - Buzãu - Focșani - Bacãu - Suceava - Siret (valico di frontiera).
 
Corridoio 3
  • Nădlac (valico di frontiera) - Arad - Timișoara - Lugoj - Caransebeș - Orșova - Drobeta Turnu Severin - Șimian - Maglavit - Calafat (valico di frontiera).
 
Corridoio 4
  • Moravița (valico di frontiera) - Timișoara - Arad - Oradea - Satu Mare - Halmeu (valico di frontiera).
 
Corridoio 5
  • Nãdlac (valico di frontiera) - Arad - Timișoara - Lugoj - Ilia - Deva - Simeria - Sebeș - Sibiu - Brașov - Târgu Secuiesc - Lepșa - Focșani - Tesila - Tecuci - Bârlad - Huși - Albița (valico di frontiera).
 
Attualmente sono state rilevate lunghe code di camion e lunghi tempi di attesa ai valichi di frontiera con Ungheria e Bulgaria.

Belgio
Aggiornato il 26/03/2020
 
Restrizioni
Il 17 marzo 2020 sono state introdotte ulteriori misure valide fino al 5 aprile 2020 che prevedono l’incoraggiamento del telelavoro e la chiusura di tutti i negozi non essenziali .
Queste misure non hanno conseguenze per il trasporto merci internazionale e i conducenti.
Per quanto riguarda il trasporto passeggeri, compreso il trasporto pubblico con autobus,  deve essere rispettata la distanza di 1,5 m; tutti i trasporti di persone a mezzo pullman verso l’estero non necessari sono stati annullati.
La formazione professionale è stata sospesa e, di conseguenza, sono state adottate misure appropriate per la proroga della validità dei relativi attestati e certificati.
 
Deroghe
È stata concessa una tolleranza temporanea per quanto riguarda l'applicazione tempi di guida e di riposo per i conducenti coinvolti nel trasporto di alimenti, medicine e beni essenziali per negozi e farmacie.
Questa misura è stata adottata sulla base dell'articolo 14.2 del Regolamento UE 561/2006 e si applica dal 14/03/2020 alle 00:01 fino al 31/03/2020 alle 23:59.

Finlandia
Aggiornato il 26/03/2020
 
Restrizioni
 
Limite per l’attraversamento delle frontiere a partire dal 19 marzo 2020 alle 00:00.
Le persone che rientrano in Finlandia saranno soggette a quarantena di 14 giorni.
Le operazioni di trasporto passeggeri in entrata sono sospese, ad eccezione di quelle adibite al rientro dei cittadini e residenti finlandesi. I cittadini e i residenti finlandesi non devono viaggiare all'estero.
Saranno consentiti viaggi necessari per lavoro e per accedere ad altri servizi necessari in tutto i confini, settentrionali e occidentali. Il trasporto merci non ha alcuna limitazione.
 
Situazione aggiornata ai valichi di frontiera:
 
  • Gli aeroporti di Helsinki-Vantaa, Mariehamn e Turku saranno tenuti aperti per le merci e il traffico di ritorno. Le guardie di frontiera possono consentire viaggi per lavoro in presenza di una ragione necessaria e giustificata. Gli altri aeroporti resteranno chiusi al traffico internazionale.
  • Ai valichi di frontiera internazionali del confine orientale, traffico e orari di apertura saranno limitati.
  • Il traffico passeggeri attraverso il valico di frontiera Vainikkala sarà sospeso.
 
Trasporto stradale e ferroviario:
 
  • Valichi di Imatra, Kuusamo, Niirala, Nuijamaa, Rajajooseppi, Salla, Vaalimaa e Vartiusi aperti solo per il trasporto merci e il traffico di ritorno.
  • Valichi di Inari, Parikkala e Vainikkala aperti solo per il trasporto di merci.
  • Al confine tra Finlandia e Norvegia, i valichi di Kilpisjärvi, Karigasniemi, Kivilompolo, Nuorgam, Näätämö e Utsjoki aperti per le merci e il traffico di ritorno.
  • Al confine finlandese-svedese, i valichi di Karesuvanto, Kolari, Muonio, Pello, Tornio e Ylitornio aperti per le merci e il traffico di ritorno.
 
Deroghe
Il 26 marzo 2020, il governo ha emanato un decreto sull'estensione dei tempi di guida e sulla riduzione
dei periodi di riposo dei conducenti di autobus e veicoli pesanti.
L'esenzione si applicherebbe al trasporto su strada dal 27 marzo al 25 aprile 2020, consentendo a
riduzione del periodo di riposo giornaliero dei conducenti a 9 ore e periodo di riposo settimanale a 24 ore.
Il governo propone inoltre di concedere il periodo di riposo minimo richiesto di 45 minuti più liberamente suddiviso in periodi di 15 e 30 minuti entro un periodo di quattro ore e mezza.

Paesi Bassi
Aggiornato il 26/03/2020
 
Per agevolare le attività di  carico e scarico presso la sede degli spedizionieri, i conducenti dovranno indossare i dispositivi di protezione individuale come maschere e guanti.
Le associazioni sono in trattative con il governo al fine di salvaguardare l’apertura di ristoranti e di altre strutture in cui i conducenti possano ristorarsi. A questi ultimi viene raccomandato di consumare i pasti presso le stazioni di rifornimento. Tutti gli altri ristoranti restano chiusi fino al 6 aprile.

Norvegia
Aggiornato il 26/03/2020
 
Restrizioni
Tutti coloro che entrano in Norvegia in traghetto, aereo, autobus o auto privata, da paesi differenti da Svezia e Finlandia verranno posti in quarantena obbligatoria per una durata di 14 giorni (anche se in assenza di sintomi da COVID-19).
Il trasporto internazionale di merci su strada è esentato da tale disposizione.
 
Deroghe
A partire dal 13 marzo e per 30 giorni, sono state concesse esenzioni temporanee relative alle norme sui tempi di guida e di riposo per le operazioni di trasporto merci coinvolte nel trasporto di alimenti, medicinali e altri beni di prima necessità. Le misure revocate sono quelle presenti all’interno degli articoli 6 e 8 del Regolamento UE n. 561/2006.
 
Ecco la situazione ai valichi di frontiera:
  • Il trasporto di merci da e verso la Norvegia non è limitato in alcun modo.
  • Non ci sono code extra segnalate ai valichi di frontiera norvegesi.
  • Oltre alle procedure doganali standard, il controllo di frontiera è stato rafforzato da rappresentanti della polizia e dell'esercito. Il loro compito principale è verificare l'identità di autisti (passaporto, patenti di guida, ecc.).
  • Confine norvegese-russo attualmente chiuso.
  • Tutti coloro che accedono al Paese saranno posti in quarantena per 2 settimane, ad eccezione dei camionisti ai quali è consentito lavorare, ma dovranno seguire le regole di quarantena quando non impegnati in attività lavorative.

Polonia
Aggiornato il 26/03/2020
 
Restrizioni
Nell'ordinanza del 24 marzo 2020, il Ministro degli affari interni e dell'amministrazione ha prorogato fino al 13 aprile il periodo di controllo delle frontiere con Germania, Lituania, Repubblica Ceca Repubblica e Slovacchia.
 
Deroghe
Il ministro dei trasporti polacco ha introdotto un temporaneo allentamento dell'applicazione della guida
e i tempi di riposo per i conducenti che effettuano il trasporto stradale internazionale di passeggeri e merci,
L'eccezione si applica dal 18/03/2020 al 16/04/2020, inclusi. La deroga riguarda solo trasporto internazionale e copre solo i trasportatori registrati nell'UE (non applicabile alle parti contraenti dell'accordo AETR).
 
Le misure revocate sono le seguenti:
  • I tempi di guida giornalieri del veicolo non possono superare le 11 ore.
  • I tempi di guida settimanali del veicolo non possono superare le 60 ore.
  • Il tempo totale di trasporto del veicolo per un periodo di due settimane consecutive non può superare le96 ore.
  • Dopo un periodo di guida di cinque ore e mezza, il conducente ha diritto a una pausa di almeno quarantacinque minuti.
 
A causa del prolungato tempo di trasporto del veicolo, dalle 9 alle 11 ore, non verranno applicate deroghe
nei periodi di riposo giornaliero e settimanale.
 
Il 24 marzo, le autorità polacche hanno modificato le norme sulla quarantena obbligatoria: conducenti impegnati in operazioni di trasporto internazionale su strada che utilizzano veicoli di peso inferiore a 3,5 tonnellate non sono più soggette a quarantena.

Slovacchia
Aggiornato al 27/03/2020
 
Il 25 marzo 2020, il CESMAD Slovacchia ha fornito ulteriori chiarimenti sulle norme applicabili ai conducenti di camion:
  • I camionisti slovacchi che tornano in Slovacchia sono esenti dalle norme sulla quarantena solo se effettuano un trasporto internazionale e purché restino a casa durante il periodo trascorso in Slovacchia. Tutti i conducenti slovacchi che ritornano in Slovacchia in auto devono stare in quarantena per 14 giorni, come previsto dalle normative vigenti;
  • Anche i conducenti stranieri che effettuano operazioni di trasporto internazionale da e verso la Slovacchia sono esenti dalle norme sulla quarantena.

 
Fonte informazioni: iru.org
 


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy