News

Pubblicazione: 17/04/2020

Eccoci anche oggi con il consueto aggiornamento di Infogestweb-Golia sulla situazione europea alle frontiere e sulle deroghe sui tempi di guida e riposo.  
Per facilitarne la consultazione, tutte le informazioni sono state suddivise per Stato di competenza.
 
Germania
Aggiornato al 16.04.20
 
L'8 aprile, il Ministero della sanità federale tedesco ha emanato un nuovo regolamento, che sostituisce le precedenti ordinanze, che vieta ai viaggiatori di entrare in Germania senza un valido motivo.
 
Le persone che entrano in Germania devono procedere direttamente a casa loro o in un alloggio adeguato e isolarsi per un periodo di 14 giorni. Sono inoltre tenuti a contattare l’ufficio di sanità pubblica di loro competenza comunicando il loro ingresso nel Paese. All'autorità sanitaria locale dovranno essere fornite le seguenti informazioni: nome, cognome, data di nascita, itinerario di viaggio, dati di contatto, indirizzo del domicilio.
 
Le deroghe a questa regola possono essere applicate da regolamenti emanati dagli stati federali e riguardano solo le persone che non presentano sintomi di infezione da COVID-19.
 
Le compagnie di autobus e gli operatori turistici che effettuano trasporti transfrontalieri verso la Germania devono conformarsi, nel quadro delle loro capacità operative e tecniche, alle seguenti disposizioni:
  • Informare i viaggiatori sui rischi presentati dall'infezione COVID-19 e sulle possibilità di prevenirla e combatterla.
  • Conservare i dati del viaggio per 30 giorni dopo l'arrivo in Germania. Ciò vale in particolare per i dati memorizzati elettronicamente che consentono di identificare e localizzare i passeggeri, nonché per gli elenchi dei passeggeri e i piani dei posti a sedere.
 
Non ci sono restrizioni al movimento transfrontaliero di merci, indipendentemente dalla nazionalità dei conducenti.
 
Il 15 aprile il Ministro federale dell'interno ha esteso fino al 4 maggio i controlli alle frontiere con Austria, Svizzera, Francia, Lussemburgo, Danimarca, Italia e Spagna.
 
Il 16 aprile, la regione tedesca di Amburgo ha deciso di prorogare l'applicazione delle esenzioni dal divieto di circolazione stradale e festiva per i veicoli merci. Le esenzioni sono applicabili fino al 24 giugno.

Romania
Aggiornato al 15.04.20
 
Lo stato di emergenza è stato prorogato di altri 30 giorni a partire dal 15 aprile, vengono pertanto mantenute le stesse precedenti condizioni.

Austria
Aggiornato al 15.04.20
 
Deroghe
Validità: fino al 15 maggio 2020
Applicazione:  trasporto merci nazionale e internazionale
 
  • Art. 6.1: sostituzione del limite massimo di guida giornaliera di 9 ore con una di 11 ore.
  • Art. 6.2: sostituzione del limite di guida settimanale massimo di 56 ore con uno di 60 ore.
  • Art. 6.3: sostituzione del limite massimo di guida quindicinale di 90 ore con uno di 100 ore.
 
Le deroghe previste dal decreto precedente non sono più in atto.

Portogallo
Aggiornato al 15.04.20
 
Il 9 aprile, il Consiglio dei ministri ha approvato la proroga dello stato di emergenza fino alle 14:00 del 14 maggio:
  • I confini rimarranno chiusi per il movimento delle persone.
  • Il trasporto internazionale di merci, i pendolari transfrontalieri e i veicoli di emergenza sono esenti da restrizioni.
  • Resteranno aperti solo i principali valichi di frontiera con la Spagna: Quintanilha, Tui, Vilar Formoso, Elvas, Castro Marim, Vila Verde de Raia (Chaves), Monfortinho (Castelo Branco), Marvão (Portalegre) e Vila Verde de Ficalho (Beja) .
  • Il comune di Ovar rimane in quarantena (stato di calamità). Il trasporto di merci verso il comune è consentito solo per la fornitura di industrie autorizzate (il cui elenco è disponibile qui), supermercati, farmacie e stazioni di servizio.

Spagna
Aggiornato al 15.04.20
 
Deroghe
Validità: fino al 31 maggio 2020
Applicazione:  trasporto merci nazionale e internazionale
 
  • Art. 6.1: aumento del limite massimo di guida giornaliero da 9 ore a 11 ore
  • Art. 8.2: riduzione del fabbisogno giornaliero di riposo da 11 a 9 ore
  • Art. 8.6: possibilità di prendere due pause settimanali ridotte consecutive di almeno 24 ore, a condizione che:
a) Il conducente prende almeno 4 periodi di riposo settimanali in quelle 4 settimane consecutive, almeno due dei quali devono essere i normali periodi di riposo settimanali di almeno 45 ore
b) non è richiesto alcuna compensazione per periodi di riposo settimanali ridotti
  • Art. 8.8: Possibilità per il conducente di effettuare il riposo settimanale regolare nel veicolo, a condizione che disponga di posti letto adeguati per ciascun conducente e che il veicolo sia fermo.
 
Vengono mantenuti limiti di guida massimi di 56 ore (art. 6.2) e 90 ore (art. 6.3).

Belgio
Aggiornato al 15.04.20
 
Deroghe
Validità: fino al 30 aprile 2020
Applicazione:  trasportano merci essenziali (forniture alimentari, medicinali, attrezzature mediche, carburante)
 
  • Aumento del limite di guida settimanale massimo da 56 ore a 60 ore.
  • Aumento del limite massimo di guida quindicinale da 90 ore a 96 ore.
  • Possibilità di posticipare un periodo di riposo settimanale oltre i periodi di sette-24 ore (anziché sei).
  • Possibilità di prendere 2 periodi di riposo settimanali ridotti consecutivi, a condizione che:
a) il conducente effettua almeno 4 pause settimanali in 4 settimane consecutive, di cui 2 regolari pause settimanali;
b) la compensazione per un riposo settimanale ridotto deve essere presa prima della fine della quarta settimana.
 
Per tutti gli altri conducenti, c'è la possibilità di effettuare il riposo settimanale regolare a bordo del veicolo, a condizione che disponga di strutture adeguate per dormire.
Tale deroga si applica al trasporto nazionale e internazionale di merci e sarà valida fino al 31 maggio.

Finlandia
Aggiornato al 15.04.20
 
Il 15 aprile il governo finlandese ha revocato le restrizioni temporanee alla circolazione da e verso la regione di Uusimaa applicate il 28 marzo.
Il 17 entrano in vigore  nuovi accordi speciali sul trasporto di merci pericolose su strada e su rotaia.
Le ispezioni periodiche di recipienti a pressione, serbatoi e contenitori UN-MEG, scadute durante l’emergenza Coronavirus, rimarranno eccezionalmente in vigore con accordi sia in Finlandia e sia negli altri Paesi firmatari dell'accordo.

Norvegia
Aggiornato al 16.04.20
 
Deroghe
Validità: fino al 13 maggio 2020
Applicazione:  trasporto merci nazionale e internazionale
 
  • Il tempo di guida giornaliero è esteso da 9 ore a 11 ore.
  • Tempo di guida settimanale massimo aumentato da 56 a 58 ore.
  • Limite massimo di guida quindicinale elevato da 90 a 96 ore.
  • Riduzione del riposo giornaliero da 11 ore a 9 ore.
  • Un riposo settimanale di almeno 24 ore deve essere seguito da un riposo settimanale di 45 ore, il che significa che è consentito un riposo settimanale ridotto ogni due settimane. Il riposo settimanale ridotto non deve essere compensato.

Irlanda
Aggiornato al 16.04.20
 
Deroghe
Validità: fino al 31 maggio 2020
Applicazione:  trasporto merci nazionale e internazionale
 
  • Art. 6.3: il limite di guida quindicinale è aumentato da 90 a 112 ore.
  • Art. 8.4: il massimo di tre periodi di riposo giornaliero ridotti tra due periodi di riposo settimanali è aumentato da tre a cinque; se un conducente raggiunge il massimo di cinque nei primi cinque giorni successivi alla fine del precedente periodo di riposo settimanale e continua a guidare il sesto giorno consecutivo, il suo diario giornaliero non deve superare le tredici ore del giorno sei.
  • Art. 8.6: Le attuali regole di riposo settimanale continueranno ad applicarsi, ma non sarà richiesto alcun indennizzo per un periodo di riposo settimanale ridotto. Per due settimane consecutive, i conducenti devono continuare a prendere almeno due periodi di riposo settimanali regolari o un periodo di riposo settimanale regolare e un periodo di riposo settimanale ridotto di almeno 24 ore, garantendo al contempo che il periodo di riposo settimanale abbia inizio non oltre le sei Periodi di 24 ore dalla fine del precedente periodo di riposo settimanale.
  • Art. 8.8: possibilità per il conducente di effettuare il riposo settimanale regolare nel veicolo, a condizione che disponga di posti letto adeguati per ciascun conducente e che il veicolo sia fermo.

Lussemburgo
Aggiornato al 16.04.20
 
Deroghe
Validità: fino al 31 maggio 2020
Applicazione:  trasporto merci nazionale e internazionale
 
  • Art. 6.1: aumento del tempo di guida giornaliero massimo da 9 ore a 11 ore, non più di tre volte a settimana
  • Art. 6.3: Aumento del tempo di guida quindicinale da 90 ore a 96 ore
  • Art. 8.6: Rinvio di un periodo di riposo settimanale da sei a sette periodi di 24 ore, con obbligo di compensazione durante la settimana successiva
  • Art. 8.8: possibilità per il conducente di effettuare il riposo settimanale regolare a bordo del veicolo, purché sia dotato di adeguati posti letto, per ciascun conducente e il veicolo sia fermo.

Ucraina
Aggiornato al 16.04.20
 
Il 15 aprile 2020 il governo ucraino ha approvato un meccanismo che consente, sulla base della reciprocità, di adottare misure restrittive nei confronti di quei Paesi che hanno posto restrizioni all'Ucraina.
Tali misure potranno essere applicate ai conducenti e all'equipaggio dei veicoli merci provenienti da Paesi che hanno imposto restrizioni ai valichi di frontiera ai conducenti e all'equipaggio ucraini.
 
Attualmente l’attraversamento dei confini  è consentito solamente ai conducenti e all'equipaggio di veicoli merci provenienti da Paesi che non hanno imposto alcuna restrizione ai conducenti di veicoli merci ucraini e all'equipaggio.

Tabella deroghe applicate in Europa
Aggiornato al 17/04/20
 
Cliccando qui sarà possibile consultare la tabella contenente il riepilogo delle esenzioni attualmente in vigore, che riporta lo Stato di riferimento, il periodo di validità, la tipologia di trasporto coinvolta e i parametri da tenere in considerazione.

Fonte informazioni: iru.org


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy