News

Pubblicazione: 15/04/2020

Eccoci anche oggi con il consueto aggiornamento di Infogestweb-Golia sulla situazione europea alle frontiere e sulle deroghe sui tempi di guida e riposo.  
Per facilitarne la consultazione, tutte le informazioni sono state suddivise per Stato di competenza.
 
Belgio
Aggiornato al 15.04.20
 
Il Belgio ha concordato una tolleranza temporanea e limitata dell'applicazione dei tempi di guida e di riposo per tutti i conducenti che operano nel trasporto di merci sia a livello nazionale che internazionale, con validità dal 26/03/2020 fino al 25/04/2020, che implica la sospensione del divieto di trascorrere il normale periodo di riposo settimanale nella cabina del veicolo.
 
Inoltre, sono state introdotte ulteriori deroghe per tutti i conducenti di veicoli attivi nella catena di approvvigionamento, per il trasporto di beni essenziali, a livello nazionale e internazionale, con validità dal 01/04/2020  al 30/04/2020:
 
  • deroga all'articolo 6, paragrafo 2, del regolamento 561/2006: sostituzione del limite massimo di guida settimanale da 56 ore a 60 ore;
  • deroga all'articolo 6, paragrafo 3, del regolamento n. 561/2006: sostituzione del limite massimo di guida quindicinale da 90 ore a 96 ore;
  • deroga all'articolo 8, paragrafo 6, del regolamento n. 561/2006: rinvio di un periodo di riposo settimanale oltre il periodo di sei-24 ​​ore;
  • deroga all'articolo 8, paragrafo 6: riduzione del periodo di riposo settimanale regolare da 45 a 24 ore senza alcuna compensazione.

Bielorussia
Aggiornato al 15.04.20
 
Il governo della Bielorussia, attraverso il regolamento n. 208 dell'8 aprile 2020, in vigore dal 10 aprile 2020, ha introdotto ulteriori misure restrittive.
 
Il nuovo regolamento prevede che i conducenti vengano posti in autoisolamento anche dopo il completamento delle attività di trasporto internazionale di merci su strada nel territorio della Bielorussia.
 
Il regolamento prevede inoltre che gli autisti che effettuano operazioni di trasporto internazionale su strada attraverso il territorio della Bielorussia, debbano disporre di dispositivi di protezione individuale (maschere, guanti) a bordo e utilizzarli quando escono dalla cabina.
 

Bulgaria
Aggiornato al 15.04.20
 
A partire da oggi 15 aprile, in Bulgaria è stata introdotta la sospensione temporanea dei divieti di circolazione per camion di oltre 12 tonnellate.
 
Inoltre, il governo bulgaro ha concesso un'ulteriore tolleranza temporanea per quanto riguarda l'applicazione delle regole dei tempi di guida e di riposo relativi al trasporto nazionale e internazionale di merci. Questa eccezione si applica dal 17 aprile 2020, dalle 00:00 al 17 maggio 2020, alle ore 24:00.
 
Le misure revocate sono le seguenti:
  • Art. 6 (1): sostituzione del limite massimo di guida giornaliera di 9 ore con una di 11 ore;
  • Art. 7: sostituzione dei requisiti minimi di interruzione giornaliera imponendo una pausa di 45 minuti dopo 5 ore e mezza;
  • Art. 8 (6): possibilità di due periodi di riposo settimanali ridotti consecutivi di almeno 24 ore, a condizione che:
  1. i conducenti effettuino almeno 4 pause settimanali nelle 4 settimane consecutive e almeno due devono essere regolari pause settimanali;
  2. i due periodi di riposo settimanali ridotti devono essere compensati prima del successivo periodo di riposo
  • Deroga all'articolo 8, paragrafo 8, del regolamento n. 561/2006: possibilità per il conducente di effettuare il riposo settimanale regolare nel veicolo, a condizione che disponga di posti letto adeguati per ciascun conducente e che il veicolo sia fermo.
 
È stata inoltre pubblicata una mappa interattiva dei corridoi verdi per il trasporto stradale di merci che transitano in Bulgaria. La mappa contiene informazioni utili sulle aree di sosta e il rispettivo numero di aree di parcheggio, strutture sanitarie, possibilità di acquistare cibo, disponibilità di connessione internet, illuminazione, videosorveglianza, stazione di rifornimento, servizi di emergenza più vicini, numero di aree per il rifornimento di camion refrigerati, ecc.

Spagna
Aggiornato al 14.04.20
 
Il governo spagnolo, per il momento, non ha esteso le eccezioni alle regole sui tempi di guida e di riposo. Pertanto, le deroghe comunicate alla Commissione Europea dal governo spagnolo in merito alle norme sulla guida e sui tempi di riposo hanno cessato di applicarsi.
Dal 13 aprile in poi, i conducenti che operano in Spagna devono rispettare il Reg. (CE) 561/2006.

Svezia
Aggiornato al 15.04.20
 
Dal 15 aprile 2020 al 31 maggio 2020 saranno concesse alcune deroghe ai sensi dell'articolo 14, paragrafo 2, del regolamento UE 561⁄2006 per quanto riguarda l'applicazione dei tempi di guida e di riposo per i conducenti di veicoli che trasportano tutti i tipi di merci e il trasporto di passeggeri.
 
Per la suddetta categoria di conducenti, saranno temporaneamente allentate le seguenti disposizioni:
  • Deroga all'articolo 6, paragrafo 1, del regolamento n. 561/2006: sostituzione del limite massimo di guida giornaliero di 9 ore con una di 11 ore.
  • Deroga all'articolo 6, paragrafo 2, del regolamento n. 561/2006: sostituzione del limite di guida settimanale massimo di 56 ore con uno di 60 ore.
  • Deroga all'articolo 6, paragrafo 3, del regolamento n. 561/2006: sostituzione del limite massimo di guida quindicinale di 90 ore con una di 120 ore.
  • Nessuna deroga all'articolo 7 del regolamento n. 561/2006.
  • Deroga all'articolo 8, paragrafo 1, del regolamento n. 561/2006: riduzione dei requisiti di riposo giornaliero regolare da 11 a 9 ore.
  • Deroga all'articolo 8, paragrafo 6, del regolamento n. 561/2006: riduzione del periodo di riposo settimanale regolare da 45 ore a 24 ore.
  • Deroga all'articolo 8, paragrafo 8, del regolamento n. 561/2006: possibilità per il conducente di prendere il riposo settimanale regolare inferiore a 45 ore nel veicolo, a condizione che disponga di posti letto adeguati per ciascun conducente e che il veicolo sia fermo.

Tabella deroghe applicate in Europa
Aggiornato al 15/04/20
 
Cliccando qui sarà possibile consultare la tabella contenente il riepilogo delle esenzioni attualmente in vigore, che riporta lo Stato di riferimento, il periodo di validità, la tipologia di trasporto coinvolta e i parametri da tenere in considerazione.

Fonte informazioni: iru.org
 
 
 
 
 


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy