News

Pubblicazione: 01/04/2020

Di seguito il consueto aggiornamento quotidiano di Infogestweb-Golia in merito alla situazione europea attualmente in essere riguardo le frontiere e le deroghe sui tempi di guida e riposo.
 
Per facilitarne la consultazione, tutte le informazioni sono state suddivise per Stato di competenza
 
Spagna
Aggiornato al 01/04/2020
 
Per far chiarezza sulle procedure e sui controlli ai trasportatori su strada e fino a quando non saranno forniti ulteriori chiarimenti, ASTIC (Associazione Di Trasporti Internazionali Su Strada) suggerisce ai conducenti di tenere a bordo di un certificato firmato dal mittente o dal destinatario secondo cui le merci trasportate sono di natura essenziale, in conformità all'allegato del Decreto Reale 10/2020. Ai conducenti viene inoltre consigliato di avere a bordo la dichiarazione di responsabilità, firmata dal datore di lavoro, contenuta nell'allegato dell'Ordinanza 307/2020.
 
Il 30 marzo il Ministero dei Trasporti spagnolo ha pubblicato un elenco di strutture ricettive che rimarranno aperte per ospitare, tra gli altri, i conducenti impegnati nel trasporto di passeggeri e merci.
 
Il 31 marzo il Ministero dell’Industria, del Commercio e del Turismo spagnolo ha pubblicato una nota esplicativa sull’applicazione del decreto 10/2020, che regola le ferie retribuite per le persone che lavorano in settori non essenziali. Il ministero chiarisce che lo status di essenziale; si applica ai tipi di lavoratori e non ai tipi di merci, quindi non esiste un elenco di beni essenziali. L’ultimo paragrafo della nota esplicativa afferma chiaramente che le persone che lavorano in attività di importazione o esportazione di qualsiasi tipo di merce o materiale sono esentate dall’applicazione del decreto.
Pertanto, il settore dei trasporti è considerato essenziale indipendentemente dal tipo di merci trasportate.
 

Bulgaria
Aggiornato al 01/04/2020
 
Dal 20 marzo 2020 al 17 aprile 2020, è vietato l'ingresso ai mezzi di trasporto di cittadini di Paesi terzi (non UE) attraverso tutti i valichi di frontiera, escluso il personale addetto al trasporto merci.
 
Rimane in vigore il divieto di ingresso, per i cittadini dell'UE provenienti da Paesi in cui sono stati riscontrati casi di persone infette da COVID-19
I cittadini bulgari e le loro famiglie, nonché persone con la residenza permanente in Bulgaria, sono esenti da questo divieto e saranno soggetti a una quarantena di 14 giorni nella propria abitazione o in qualsiasi altro alloggio di loro scelta.
 
Per i trasportatori sono state introdotte disposizioni specifiche:
  • I conducenti bulgari sono soggetti alla quarantena di 14 giorni o devono rimanere in quarantena fino alla loro partenza;
  • I conducenti non bulgari - cittadini dei Paesi di cui sopra o che provengono da essi - possono caricare e scaricare merci, ma devono abbandonare il Paese entro 24 ore;
  • Tutti i camion che transitano nel Paese, indipendentemente dalla loro nazionalità, vengono scortati dalla polizia fino al punto di scarico.
  • L'ingresso e il transito di camion registrati e provenienti dalla Repubblica islamica dell'Iran sono temporaneamente vietati.
 
Il 30.03.2020, e fino a nuovo avviso, il valico di frontiera tra Bulgaria e Grecia "Zlatograd-Thermes" è stato chiuso a causa della diffusione del COVID-19 e, conseguentemente, sono state predisposte misure di quarantena nella rispettiva regione di confine con la Grecia.
 
Controlli speciali sono stati stabiliti in tutte le entrate e le uscite della città di Bansko e di tutti i centri regionali: Blagoevgrad, Burgas, Varna, Veliko Tarnovo, Vidin, Vratsa, Gabrovo, Dobrich, Kardzhali, Kyustendil, Lovech, Montana, Pazardzhik, Pernik, Pleven, Plovdiv, Razgrad, Ruse, Silistra, Sliven, Smolyan, Sofia, Stara Zagora, Targovishte, Haskovo, Shumen e Yambol.
 
Le persone possono entrare e uscire da queste città solo per lavoro, motivi di salute, approvvigionamento di prodotti di prima necessità e medicinali.
 
Gli autisti sono autorizzati a transitare attraverso le suddette zone, ma potrebbero riscontrare qualche ritardo.
 

Germania
Aggiornato al 01/04/2020

Lo Stato della Baviera e lo Stato dell’Assia hanno esteso la sospensione del divieto di circolazione nei giorni festivi per i mezzi pesanti :
  • fino al 19 aprile 2020 per la Baviera; 
  • fino al 30 giugno 2020 per l'Assia;
Fino alle predette date, quindi, i mezzi pesanti potranno circolare anche nei giorni festivi.

Grecia
Aggiornato al 01/04/2020
 
Sospeso il divieto di circolazione per i mezzi pesanti nei giorni di domenica 12 Aprile (Pasqua) e venerdì 1° maggio.

Fonte informazioni: iru.org

 


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy