News

Pubblicazione: 28/04/2020

Eccoci anche oggi con il consueto aggiornamento di Infogestweb-Golia sulla situazione europea alle frontiere e sulle deroghe sui tempi di guida e riposo. 
Per facilitarne la consultazione, tutte le informazioni sono state suddivise per Stato di competenza.
 
 
Turchia
Aggiornato al 27.04.20
 
Le misure relative ai conducenti che entrano in Turchia sono state aggiornate:
  • Tutti i conducenti saranno sottoposti a controlli sanitari. I conducenti stranieri che mostrano sintomi correlati a COVID-19 non potranno entrare in Turchia. I conducenti turchi che mostrano sintomi correlati a COVID-19 verranno messi in quarantena.
  • I conducenti stranieri che non presentano sintomi di COVID-19 e che prevedono di lasciare la Turchia entro 72 ore dall'ingresso, non saranno soggetti a un periodo di quarantena di 14 giorni.
  • I conducenti turchi che non presentano sintomi di COVID-19 potranno lasciare la Turchia senza procedure di quarantena.
  • I camion che trasportano beni di prima necessità avranno la priorità di entrare in Turchia.
  • I conducenti stranieri con sintomi di COVID-19 (febbre, tosse, respiro corto, ecc.), sorti entro 72 ore dall’ingresso in Turchia, dovranno rivolgersi all'istituto sanitario più vicino.
  • La permanenza all’interno del Paese potrà essere prolungata di 24-72 ore dall'ufficio doganale competente, tenendo conto delle condizioni stradali e meteorologiche.
  • All'ingresso nel Paese, i conducenti saranno obbligati a dichiarare attraverso una lettera di impegno del Ministero degli Interni Turco che guideranno senza sosta al loro punto di destinazione,salvo emergenze. In caso contrario saranno soggetti a sanzioni.

Georgia
Aggiornato al 27.04.20
 
1) I conducenti stranieri che trasportano merci nel territorio della Georgia sono soggetti alle seguenti condizioni:
  • Dopo aver completato le procedure presso il checkpoint doganale, il conducente deve procedere senza sostw al punto di destinazione. Le soste sono consentite solo nelle aree appositamente designate denominate STOP POINTS. Presso alcuni STOP POINTS i conducenti possono acquistare l'assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile. Altri STOP POINTS si trovano nelle aree di parcheggio situate vicino ai punti di controllo doganali;
  • Presso gli STOP POINTS, l'autista ha il diritto di parcheggiare il proprio veicolo, fare rifornimento, acquistare una carta di utilizzo stradale, utilizzare i servizi sanitari e acquistare articoli / alimenti per uso personale;
  • In caso di problemi (malfunzionamento del veicolo, malattia, ecc.), il conducente deve contattare i servizi competenti e rimanere nella cabina del camion fino all'arrivo dei soccorsi. Il recapito telefonico di riferimento per queste emergenze è il 112.
 
2) Il conducente dovrà lasciare il territorio della Georgia:
  • In caso di transito, entro 24 ore dall'entrata nel Paese;
  • In caso di guida, entro 48 ore dall'ingresso nel Paese;
  • In caso di uscita in traghetto durante il transito nel Paese, entro 7 giorni di calendario dall'ingresso nel Paese;
  • In altri casi, entro 48 ore dall'ingresso nel Paese. Tuttavia, nei casi in cui un veicolo mercantile, dopo l'importazione e lo scarico di merci in Georgia, sia caricato con merci destinate all'esportazione dalla Georgia, o se l'entrata e / o l'uscita di camion dalla Georgia viene effettuata utilizzando il trasporto in traghetto, dovrà lasciare il Paese entro 7 giorni di calendario dalla data di entrata.
  • Si raccomanda vivamente di effettuare solo pagamenti non in contanti (pagamenti online, carte di credito / debito, ecc.) e di utilizzare dispositivi di protezione individuale (maschere mediche, guanti, ecc.).
 
3) Ecco gli STOP POINTS per aree specifiche:
  • Urbnisi - Regione del Kareli, villaggio di Urbnisi, codice catastale: 68.16.45.054;
  • Terjola - Terjola Region, villaggio Siktarva, codice catastale: 33.08.38.224;
  • Gori - Regione di Gori, villaggio di Tiniskhidi, codice catastale: 66.44.02.033;
  • Zestaponi - Zestaponi Regiona, villaggio Argveta, codice catastale: 32.03.34.211.
 
Note:
  • Non sono conteggiati i periodi di tempo necessari per espletare le formalità doganali e fermarsi nelle aree di parcheggio (separatamente, semirimorchi o rimorchi) situati in prossimità del confine doganale dello Stato georgiano.
  • Per violazione delle norme sopra menzionate (tranne per il mancato rispetto delle raccomandazioni o quando le condizioni meteorologiche o altri fattori esterni complicano e/o rendono impossibile il rispetto delle condizioni stabilite), il conducente del veicolo sarà multato di 3.000 GEL. Tuttavia, se la violazione riguarda i termini entro i quali ultimare l'operazione di trasporto, il veicolo dovrà lasciare immediatamente il Paese, altrimenti il ​​conducente verrà posto in quarantena per 14 giorni e il veicolo verrà sequestrato.

Fonte informazioni: iru.org
 


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy