News

Pubblicazione: 07/05/2020

Eccoci anche oggi con il consueto aggiornamento di Infogestweb-Golia sulla situazione europea alle frontiere e sulle deroghe sui tempi di guida e riposo. 
Per facilitarne la consultazione, tutte le informazioni sono state suddivise per Stato di competenza.
 
Austria
Aggiornato al 05.04.20
 
L'Austria ha prolungato fino al 31.5.2020 i controlli alla frontiera 'anti-Covid' che dovevano scadere il 6 maggio. Il provvedimento è stato prolungato con una nuova ordinanza del ministero degli Interni. Restano perciò chiusi anche i valichi minori (sentieri e strade alpine) tra l'Italia e l'Austria.
Chi entra in Austria, come finora, deve stare per due settimane in quarantena oppure presentare l'esito di un test non più vecchio di quattro giorni.
 
Al confine con l'Italia i valichi di frontiera aperti sono:
  • Brennero
  • Sillian
  • Passo di Resia
  • Thörl-Maglern.
 
Il traffico può essere monitorato tramite webcam accedendo a questo link: https://www.asfinag.at/
 
Al confine con la Svizzera i valichi di frontiera aperti sono:
  • Tirol - Pfunds (traffico merci / passeggeri)
  • Vorarlberg - Mäder (traffico merci / passeggeri
  • Vorarlberg - Lustenau (traffico merci / passeggeri)
  • Vorarlberg - Hohenems (traffico merci / passeggeri)
  • Vorarlberg - Wohlfurt (traffico merci)
 
Al confine con l'Ungheria, il traffico può essere monitorato tramite webcam accedendo a questo link: https://www.asfinag.at/traffic/webcams
 
Al confine con la Slovacchia, i seguenti valichi di frontiera sono aperti al trasporto di merci:
  • Kittsee - Bratislava / Jarovce
  • Hohenau - Moravský Svätý Ján (tra le 05:00 e le 24:00 anche i camion fino a 7,5 t)
 
Al confine con la Repubblica Ceca, i pendolari cechi che entrano in Austria devono avere i seguenti documenti:
  • Certificato pendolare austriaco
  • Documenti di viaggio (migliore: passaporto)
  • Copia del contratto di lavoro
 
Il doppio equipaggio è ammesso a condizione che vengano rispettate le regole generali di condotta COVID-19 che prevedono l’adozione di distanze di sicurezza appropriate (1 m) e l’utilizzo di mascherine, obbligatorio anche in luoghi pubblici (quando si accede a stazioni di servizio, servizi igienici, stazioni di servizio - all'interno).

Polonia
Aggiornato al 06.04.20
 
Il 30 aprile, il Primo Ministro polacco ha annunciato un allentamento delle condizioni imposte ai pendolari ai valichi di frontiera.
A partire dal 4 maggio, i cittadini polacchi che lavorano o studiano in Germania non dovranno più trascorrere 14 giorni in quarantena al loro ritorno in Polonia.
I confini polacchi sono ancora chiusi per gli stranieri e lo saranno fino al 13 maggio.
Gli autotrasportatori sono esenti dalla disposizione.

Russia
Aggiornato al 06.04.20
 
La chiusura delle frontiere russe è stata estesa per un periodo indeterminato (compreso il confine con la Bielorussia), ovvero fino a quando la situazione epidemiologica non tornerà alla normalità.
Gli autotrasportatori rimangono esenti da questa disposizione.

Fonte informazioni: iru.org


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy