News

Pubblicazione: 20/03/2020

Di seguito l’aggiornamento di Infogestweb-Golia in merito alla situazione europea attualmente in essere riguardo le frontiere e le deroghe sui tempi di guida e riposo.
 
Come di consueto, per facilitarne la consultazione, tutte le informazioni sono state suddivise per Stato di competenza.

 

Belgio

Aggiornato il 19/03/2020

 

Per quanto riguarda il trasporto pubblico i servizi funzionano normalmente, ma si chiede di limitare i viaggi.

Il trasporto merci internazionale non ha alcuna limitazione.

Il ministro dei trasporti ha annunciato una tolleranza temporanea e completa per quanto riguarda il rispetto dei tempi di guida e di riposo per i conducenti coinvolti nel trasporto di cibo, medicine e altre forme di beni essenziali per negozi e farmacie. 

Questa misura è stata adottata sulla base dell'articolo 14.2 del regolamento UE 561⁄2006 e si applica dal 14⁄03⁄2020 alle 00:01 fino al 31⁄03⁄202 alle 23:59


Bulgaria

Aggiornato il 19/03/2020

 

Dalle 00:00 del 20 marzo 2020 al 17 aprile 2020 vietato temporaneamente l'ingresso nel territorio della Repubblica di Bulgaria per tutti i cittadini appartenenti a Paesi extra UE, attraverso tutti i valichi di frontiera con tutti i mezzi di trasporto, escluso il trasporto di merci 

 

È stato predisposto un regime speciale per i camionisti:

 

I camionisti bulgari sono soggetti alla quarantena di 14 giorni, a meno che non tornino in uno dei Paesi nell'elenco. In questo caso devono rimanere in quarantena fino alla data della loro ripartenza;

 

I conducenti non bulgari possono effettuare il carico e scarico delle merci e abbandonare immediatamente il territorio della Bulgaria. L'operazione di transito dovrebbe essere effettuata entro 24 ore;

 

E’ proibito l’ingresso e il transito di camion registrati e provenienti dalla Repubblica islamica dell'Iran.

 

Tolleranza temporanea per quanto riguarda l'applicazione della guida e tempi di riposo per i conducenti ai sensi del regolamento UE 561⁄2006 per il trasporto nazionale e internazionale di merci Questa eccezione si applica dalle 19⁄03⁄2020 00:00 alle 16⁄04⁄2020 24.00. 


Estonia

Aggiornato il 18/03/2020

 

Limiti per l'attraversamento della frontiera: solo i cittadini dell'Estonia e i titolari di permessi di residenza estoni (o diritti di residenza) possono entrare, così come i cittadini stranieri con familiari che vivono nel paese.

 

Il trasporto internazionale di merci su strada non ha alcuna limitazione.

 

Gli stranieri possono transitare in Estonia se viaggiano verso il loro paese di origine purché non mostrino sintomi di COVID-19.

Al controllo di frontiera verranno controllati i documenti di viaggio e i sintomi medici.

Non ci sono restrizioni per uscire dal Paese.


Finlandia

Aggiornato il 19/03/2020

Limite per l’attraversamento delle frontiere a partire dal 19 marzo 2020 alle 00:00. 

Le persone che rientrano in Finlandia saranno soggette a quarantena di 14 giorni.

Le operazioni di trasporto passeggeri in entrata sono sospese, ad eccezione di quelle adibite al rientro dei cittadini e residenti finlandesi. I cittadini e i residenti finlandesi non devono viaggiare all'estero.

Saranno consentiti viaggi necessari per lavoro e per accedere ad altri servizi necessari in tutto il confini settentrionali e occidentali. 

 

Il trasporto merci non ha alcuna limitazione


Germania

Aggiornato il 18/03/2020

 

A partire dal 16 marzo, alle ore 8:00, la Germania reintrodurrà i controlli temporanei alle frontiere insieme ad Austria, Svizzera, Francia, Lussemburgo e Danimarca.

Il trasporto di merci e il attraversamento da parte dei pendolari tra i Paesi sarà ancora possibile.

Tuttavia, ai viaggiatori sarà proibito di entrare o uscire attraverso i confini sopra menzionati in  assenza di un motivo valido.
I pendolari del lavoro sono tenuti a presentare prove pertinenti che dimostrino la necessità

di attraversamento dei confini. I controlli saranno implementati dalle forze di polizia federali.

Il governo federale tedesco ha chiesto ai Länder di sospendere i divieti di circolazione dei camion nel fine settimana per alleviare la situazione durante la crisi. 

Fonti: BGL (dal governo federale) e ministro degli affari interni tedes


Ungheria

Aggiornato il 18/03/2020

 

L'Ungheria ha chiuso i suoi confini interni ed esterni con decorrenza dalle 00:00 del 17 marzo.
Ai cittadini ungheresi e ai parenti stretti che viaggiano con loro (compresi quelli non residenti in Ungheria) sarà ancora permesso di entrare nel paese.

Fonte: MKFE


Irlanda

Aggiornato il 19/03/2020

 

Il governo irlandese ha emesso consigli speciali sui viaggi. Ha limitato i movimenti

per 14 giorni a coloro che entrano in Irlanda che sono stati in aree colpite. Il trasporto merci  resta esente da quanto emanato.

Il governo ha pubblicato una nota di orientamento per i lavoratori della catena di approvvigionamento. Il documento contiene utili linee guida per i conducenti.

Per ridurre il rischio di infezione, la compagnia di traghetti Seatruck Ferries ha temporaneamente sospeso il trasporto dei conducenti di veicoli pesanti o altri passeggeri nelle loro navi del Mare d'Irlanda.
Trasporto stradale accompagnato (composto anche da camion con conducente) viene quindi arrestato fino a nuovo avviso, ma la società lo farà continuare per semirimorchi, container e casse mobili non accompagnati (privo di camion con conducente).

In risposta alla straordinaria crisi dovuta alla pandemia di coronavirus (COVID-19), l'Irlanda ha concordato un allentamento temporaneo e limitato dell'applicazione delle norme sui tempi di guida e di riposo per i conducenti di veicoli impegnati nel trasporto nazionale e internazionale di merci.
Questo allentamento è concesso a norma dell'articolo 14, paragrafo 2, del regolamento (CE) n. 561/2006 e si applica dal 18 marzo 2020 e durerà fino al 16 aprile 2020, a condizione che la sicurezza stradale non sia compromessa durante il trasporto.
I datori di lavoro rimangono responsabili della salute e della sicurezza dei loro dipendenti e altri utenti della strada.
Per la categoria dei conducenti le disposizioni saranno temporaneamente allentate come segue:

- Deroga all'art. 6 (3): il limite di guida bisettimanale viene portato da 90 a 112 ore.

- Deroga all'art. 8 (6): in due settimane consecutive il conducente deve impiegare almeno due periodi di riposo settimanale ridotti, pur mantenendo la regola di iniziare un periodo di riposo settimanale entro e non oltre la fine di sei periodi di 24 ore dalla fine del precedente. 

Fonte: IRHA


Paesi Bassi

Aggiornato il 19/03/2020

 

Attualmente, i Paesi Bassi sono soggetti a un regime relativamente rilassato di Coronavirus (COVID-19). 

La maggior parte delle persone lavora da casa.
I negozi rimangono aperti anche se alcuni grandi magazzini hanno deciso di chiudere.

Per consentire un'efficiente procedura di carico e scarico presso la sede degli spedizionieri, si consiglia che i conducenti portino con sé materiali di protezione personale come mascherine e guanti.

Le associazioni sono in comunicazione con il governo al fine di salvaguardare i ristoranti e

altre strutture per i conducenti.
Il Ministero raccomanda ai conducenti di consumare i pasti nelle stazioni di rifornimento. Tutti gli altri ristoranti restano chiusi fino almeno al 6 aprile.

C'è un dibattito in corso presso il Parlamento olandese ed è possibile che le misure diventino

più rigorose nei prossimi giorni.

Fonti: Evofenedex e TLN


Moldavia

Aggiornato il 18/03/2020

 

Nella Repubblica di Moldavia, diversi valichi di frontiera statali sono chiusi a tempo  indeterminato.

Attualmente, solo 17 valichi di frontiera funzionano normalmente:

Al confine con la Romania:

PTF Leușeni - Albița (strada / internazionale)

PTF Sculeni - Sculeni (strada / internazionale)

PTF Giurgiulești - Galați (strada / internazionale)

PTF Costești- Rock (strada / internazionale)

Al confine con l'Ucraina:

PTF Otaci-Moghilev-Podolsk (strada / internazionale)

PTF Briceni-Rossoşanî (strada / internazionale)

PTF Criva-Mamalîga (strada / internazionale)

PTF Giurgiuleşti-Reni (strada / internazionale)

PTF Mirnoe-Tabaki (strada / internazionale)

PTF Palanca-Maiaki - Udobnoe (strada / internazionale)

PTF Tudora-Starokazacie (strada / internazionale)

Inoltre, dal 17 marzo 2020 alle 00:00, è vietato attraversare il confine moldavo-ucraino e dal 17 marzo 2020 alle 20.00, è vietato l'ingresso ai cittadini stranieri.

Questa restrizione non si applica ai cittadini stranieri domiciliati che vivono permanentemente o temporaneamente nella Repubblica di Moldavia, conducenti e personale di servizio addetto al trasporto di merci, aeromobili, navi e treni. Inoltre è esentato il personale delle missioni diplomatiche e consolari che hanno uffici con sede nella Repubblica di Moldavia e il personale che lavora in organizzazioni / missioni internazionali e i loro familiari.

 

Fonte informazioni: iru.org
 


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy