News

Pubblicazione: 11/08/2021

A giugno 2021, le immatricolazioni di veicoli commerciali nei mercati dell'UE sono aumentate del 12,4% (185.573 unità su base annua). La domanda è stata trainata in gran parte dai paesi dell'Europa centrale (+43,4%), mentre solo due dei quattro mercati chiave dell'Europa occidentale hanno mostrato risultati positivi: Germania (+28,5%) e Italia (+5,3%).
 
Nel primo semestre dell'anno le immatricolazioni di veicoli commerciali nell'UE sono aumentate del 36,9%.

Nuovi veicoli commerciali leggeri (LCV) fino a 3,5 t
Le immatricolazioni di nuovi furgoni in tutta l'UE sono cresciute nuovamente del 9,6% a giugno, sebbene a un ritmo più modesto rispetto ai mesi precedenti. La Germania ha visto la crescita più elevata dei quattro maggiori mercati della regione (+28,2%), seguita dall'Italia (+1,5%). Sono invece diminuite le immatricolazioni in Francia (-10,0%) e Spagna (-4,9%) il mese scorso.
Da gennaio a giugno, le vendite di veicoli commerciali leggeri nuovi nell'UE sono aumentate del 38,1% (856,926 unità). La tendenza si riflette a livello nazionale, con i quattro maggiori mercati della regione che registrano tutti una crescita a doppia cifra: Italia (+55,8%), Spagna (+39,9%), Francia (+38,7%) e Germania (+23,0%).
 
Nuovi veicoli commerciali pesanti 16t e oltre
A giugno 2021, la domanda di nuovi mezzi pesanti ha continuato a crescere (+37,1%), per un totale di 21.828 unità immatricolate in tutta l'Unione Europea. Tre dei quattro principali mercati hanno registrato solidi guadagni il mese scorso – Italia (+48,8%), Germania (+30,8%) e Spagna (+26,8%) – mentre le vendite in Francia sono leggermente diminuite (-2,1%) rispetto a giugno 2020.
Nei sei primi mesi del 2021 i nuovi autocarri pesanti venduti nell'UE sono aumentati del 39,3% per raggiungere 128.333 unità. Tutti i principali mercati hanno consolidato i loro risultati positivi in questo periodo: Italia (+51,7%), Spagna (+42,9%), Germania (+23,2%) e Francia (+19,2%).
 
Nuovi veicoli commerciali medi e pesanti oltre 3,5t

A giugno, anche il segmento degli autocarri ha avuto una performance molto positiva, con una domanda in crescita del 33,1% a 26.512 unità immatricolate nell'UE. Ad eccezione della Francia (2,3%), tutti i principali mercati hanno ampiamente contribuito alla crescita del mese scorso: Italia (+41,7%), Germania (+29,9%) e Spagna (+17,7%).
Durante la prima metà del 2021, il mercato UE dei veicoli commerciali medi e pesanti è cresciuto del 34,1%, con 154.387 unità vendute in totale. L'Italia ha visto la crescita percentuale più alta dei principali mercati UE (+47,6%), seguita da Spagna (+32,5%), Francia (+20,3%) e Germania (+19,4%).
 
Nuovi autobus e pullman medi e pesanti oltre 3,5 t
Le immatricolazioni di giugno di nuovi autobus e pullman nell'Unione Europea sono state del 9,4% in più rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. Germania (+24,0%), Italia (+23,2%) e Spagna (+18,1%) hanno registrato guadagni significativi il mese scorso, mentre la Francia è stato l'unico grande mercato a registrare un calo (-14,1%).
Finora nel 2021, il segmento degli autobus dell'UE è aumentato del 3,2% a 12.887 unità. Sulla scia della performance positiva di giugno, i cali per la prima metà dell'anno sono stati meno significativi sia in Spagna (-13,5%) che in Germania (-0,04%) rispetto al periodo gennaio-maggio. Positiva invece la domanda in Italia e Francia (+6,0% e +4,7% rispettivamente).
 


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy