News

Pubblicazione: 06/04/2020

La Ministra Paola De Micheli ha firmato il Decreto che prolunga fino al 13 aprile l’efficacia di nove Decreti interministeriali, siglati col Ministero della Salute, contenenti diverse misure finalizzate ad una forte limitazione della mobilità delle persone sul territorio italiano e del trasporto dei passeggeri attraverso i diversi vettori e armatori.
 
Il Decreto, quindi,  conferma diverse delle misure già adottate, ma introduce pure ulteriori prescrizioni per chi fa ingresso in Italia con riferimento ad alcune situazioni specifiche:
 
  • arrivo nel nostro Paese per un periodo limitato di tempo esclusivamente per ragioni di lavoro;
  • transito in località italiana di passeggeri con destinazione estero o altra località italiana;
  • misure organizzative per lo svolgimento del trasporto dei passeggeri a cui devono attenersi i vettori e gli armatori, al fine di contrastare i rischi di contagio a bordo dei mezzi.
 
Più dettagliatamente, è stato stabilito quanto segue:
 
  • Rimane confermato, come in precedenza, che l’ingresso nel territorio nazionale è possibile esclusivamente per comprovate esigenze lavorative. La permanenza in Italia è consentita per un periodo non superiore a 72 ore, salvo motivata proroga di ulteriori 48 ore. In tale circostanza il viaggiatore, già al momento dell’imbarco, deve consegnare la dichiarazione con:
    1. l’esatta indicazione delle motivazioni di lavoro;
    2. la durata della permanenza in Italia;
    3. l’indirizzo completo del luogo di soggiorno;
    4. il mezzo privato o proprio che verrà utilizzato per raggiungere il luogo di soggiorno dal luogo di sbarco;
    5. il recapito telefonico presso cui ricevere le comunicazioni durante la permanenza in Italia.
E’ necessario inoltre comunicare l’ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda Sanitaria competente. Allo scadere del periodo di permanenza indicato subentra l’obbligo di lasciare immediatamente il territorio nazionale, o in alternativa l’inizio del periodo di isolamento fiduciario per 14 giorni.
Gli stessi obblighi sono previsti per chi entra in Italia mediante mezzo di trasporto proprio o privato.
In caso di transito nel territorio italiano con un mezzo privato o proprio per raggiungere un altro Stato (UE o extra UE), resta l’obbligo di comunicare immediatamente il proprio ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione dell’Azienda Sanitaria competente, in base al luogo di ingresso nel territorio nazionale. Il periodo massimo di permanenza nel territorio italiano è di 24 ore, prorogabile, per specifiche e comprovate esigenze, di ulteriori 12 ore.
 
  • I passeggeri di un volo aereo che faccia scalo in Italia con destinazione finale in un altro Stato (UE o extra UE), sono tenuti a consegnare al vettore all’atto dell’imbarco la documentazione con i motivi del viaggio, la durata della permanenza in Italia e la località di destinazione finale e a non allontanarsi dalle aree delle aereostazioni a loro specificatamente destinate.
 
  • Per i vettori e gli armatori sono state introdotte alcune prescrizioni di carattere organizzativo da applicare nel corso dei viaggi. Prima dell’imbarco è necessario acquisire e verificare la documentazione dai viaggiatori, provvedendo alla misurazione della loro temperatura corporea. A bordo dei vettori devono essere adottate tutte le misure per assicurare quali:
  • la distanza interpersonale di almeno un metro tra i passeggeri trasportati,
  • l’utilizzo da parte dell’equipaggio e dei passeggeri dei mezzi di protezione individuali (il vettore provvede, al momento dell’imbarco, a fornire ai passeggeri che ne risultino sprovvisti, tali dispositivi).
 
In allegato il decreto n.145 del 03/04/2020 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.


Allegati
N Descrizione File Download
1
2078_DECRETO NR. 145 DEL 3 APRILE 2020_0.pdf Download
 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy