News

In questi giorni si stanno verificando intensi controlli sui mezzi pesanti da parte della polizia stradale. Ad esempio ieri sulla A1 all’altezza dell’area di sosta Prenestina (Roma) erano presenti circa 16 pattuglie e una quarantina di agenti della stradale, che lasciavano passare le automobili mentre fermavano i camion.
 
I controlli, come ci segnala qualche nostro cliente, sono stati effettuati su tutti gli aspetti del trasporto merci, in particolare sul cronotachigrafo e il rispetto delle normative su tempi di guida, pausa e riposo, sulla documentazione richiesta dalla normativa ADR (trasporto merci pericolose), sulle modalità di etichettatura, scadenza e fissaggio della merce. I controlli sono risultati molto accurati, tanto, ad esempio, che la polizia stradale ha contestato la conformità di etichette sbiadite che risultavano poco leggibili.
 
Per quanto riguarda l’ADR, ricordiamo che la normativa contiene disposizioni sull’imballaggio, il fissaggio del carico ed il contrassegno, che il cronotachigrafo deve essere conforme alla normativa di riferimento, i conducenti devono essere dotati di apposito patentino ADR e seguire corsi di aggiornamento. Le aziende, inoltre, devono avere una persona incaricata di far rispettare gli obblighi e le disposizioni in merito al trasporto di merci pericolose. 
 
Vi terremo aggiornati su ulteriori sviluppi.
 


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy