News

Pubblicazione: 25/03/2020

Il Ministero dell’Interno, in data 24 Marzo 2020, al fine di garantire un’uniforme applicazione delle disposizioni contenute all’interno del Decreto Cura Italia del 17 Marzo 2020, ha emanato un’importante circolare che fornisce precisazioni e indicazioni operative attinenti alla circolazione stradale, specificando scadenze e pagamenti delle sanzioni.
 
Ecco gli ambiti trattati:
 
Circolazione del veicolo da sottoporre a visita e a prova o revisione
L’art. 92 comma 4 del DPCM del 17 Marzo 2020 prevede la circolazione fino al 31 Ottobre 2020 compreso per tutti i veicoli da sottoporre a revisione entro il 31 Luglio 2020.
  • Per i veicoli da sottoporre a visita e prova è ammessa la circolazione fino al 31 Ottobre 2020 solo se la visita a cui devono essere sottoposti è programmata entro il 31 luglio 2020. Tale previsione si applica solo a veicoli già immatricolati e non può trovare applicazioni per quelli da immatricolare.
  • Va effettuata una distinzione tra veicoli da sottoporre a revisione annuale e periodica:
    • Per i veicoli il cui termine per effettuare la revisione era già scaduto alla data di entrata in vigore del DPCM, ovvero che scade entro il 31 luglio 2020, è consentita la circolazione fino al 31 ottobre 2020 senza aver effettuato la visita di revisione;
    • I veicoli che devono essere sottoposti a revisione dopo il 31 luglio 2020 mantengono la scadenza originaria e non beneficiano della proroga;
    • Per i veicoli la cui revisione era già scaduta e per i quali era stata registrata una prenotazione di visita oltre il termine del 31 luglio 2020, continuano ad applicarsi le regole ordinarie e possono circolare fino alla data indicata nella prenotazione rilasciata dalla Motorizzazione.

Scadenza della validità della patente di guida
L’art. 104 del DPCM ha prorogato al 31 agosto 2020 compreso la validità dei documenti di riconoscimento e di identità in scadenza al 31 gennaio 2020; tra questi rientrano anche la patente di guida e il certificato di idoneità alla guida per ciclomotori (CIG).
La norma si applica per le patenti di guida italiane e per quelle rilasciate da uno Stato appartenente all’Unione Europea il cui titolare ha acquisito la residenza in Italia.

Proroga di validità di autorizzazioni, concessioni o altri titoli abilitativi o atti amministrativi in scadenza
L’art. 103 comma 2 del DPCM ha prorogato fino al 15 giugno 2020 la validità di tutti gli atti abilitativi alla guida con scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020.
A tal proposito, sono state fornite ulteriori precisazioni in questa precedente news.
Si citano di seguito alcuni documenti a titolo esemplificativo:
  • Autorizzazione per la circolazione
  • Autorizzazioni o licenze per il trasporto merci o persone
  • Autorizzazioni sanitarie per il trasporto di animali o alimenti
  • Autorizzazioni per il trasporto di rifiuti
  • Abilitazioni all’effettuazione di scorte tecniche
  • Certificato di abilitazione professionale
  • Patente di servizio
  • Attestato per guidare autotreni e autoarticolati con massa superiore a 20 t. per conducenti che abbiano compiuto 65 anni
  • Attestato per guidare autobus, autocarri, autotreni, autoarticolati, autosnodati adibiti al trasporto persone per conducenti che abbiano compiuto 60 anni
  • Estratti della carta di circolazione in deroga al termine massimo di validità di 60 giorni
  • Ricevuta rilasciata dalle imprese di consulenza in deroga al termine massimo di validità di 30 giorni
  • Fogli di via finalizzati a condurre veicoli ai transiti di confine
  • Carte di circolazione e relative targhe EE
 
A tal proposito si indicano di seguito i termini di proroga stabiliti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti:
  • Al 30 giugno 2020 per le autorizzazioni per l’esercitazione alla guida con scadenza tra il 1° febbraio e il 30 aprile 2020
  • Al 30 giugno 2020 per il permesso provvisorio di guida rilasciato a titolari di patente di guida chiamati a sottoporsi alla visita medica
  • Al 30 giugno 2020 per la CQC, per il trasporto professionale di cose e persone, per il certificato di formazione professionale (CFP) per il trasporto di merci pericolose con scadenza tra il 23 febbraio 2020 e il 29 giugno 2020

Pagamento in misura scontata delle sanzioni pecuniarie previste dal Codice della Strada
Si tratta di una sospensione riservata esclusivamente a chi, sul territorio italiano, risulti:
  • residente
  • avente sede operativa
  • esercitante la propria attività lavorativa, produttiva o di funzione.
In pratica, L’art. 108 comma 2 del DPCM prevede il pagamento scontato del 30% delle sanzioni notificate a partire dal 16 febbraio 2020 e fino all' 1 maggio 2020.
Tale sconto si applica ai pagamenti effettuati entro 30 giorni dalla notifica, invece che entro 5 giorni come di consueto.
 
Proroga dei termini del settore assicurativo
L’art. 125 del DPCM non ha previsto alcuna sospensione di pagamento dei premi per le assicurazioni RC per i veicoli a motore.
Fino al 31 luglio 2020 è portato da 15 a 30 giorni il periodo entro cui l’assicurazione è tenuta a mantenere attiva la garanzia prestata con il contratto assicurativo in assenza di rinnovo o di stipula di una nuova polizza.
Fino al 31 luglio 2020 è quindi consentita la circolazione di un veicolo con la polizza assicurativa scaduta fino ai 30 giorni successivi alla data di scadenza (es. scadenza polizza 1 luglio... può circolare fino al 31 luglio).

In allegato la Circolare del Ministero dell'Interno
 


Allegati
N Descrizione File Download
1
1957_Circolare Ministero Interno 24_03_2020.pdf Download
 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy