Normative

Una delle novità di estrema importanza che riguardano il tema dell’autotrasporto, approvata in seno alla legge di stabilità 2016 riguarda la variazione delle modalità con cui effettuare il controllo di coloro i quali effettuano trasporti internazionali e quindi anche di chi, in possesso di un veicolo straniero, operi in regime di cabotaggio.
La previsione legislativa prevede infatti che a bordo del veicolo sia presente la documentazione che attesti il giorno di ingresso in Italia e la regolarità del trasporto effettuata (documenti validi sono ad esempio la lettera di vettura internazionale, i documenti accompagnatori della merce ecc.) e tale documentazione andrà esibita in caso di controllo su strada.

Le sanzioni per coloro i quali non esibiranno in sede di controllo la documentazione prevista sono pesanti:
 
  • Da € 400 a € 1.200
  • Fermo amministrativo del veicolo
  • Obbligo di fornire la documentazione entro 60 giorni
 
Nel caso in cui la documentazione venga fornita il veicolo viene dissequestrato fermo rimanendo l’obbligo di pagare la sanzione.
 
Le sanzioni vengono ulteriormente inasprite nei seguenti casi:
 
  • Documentazione non fornita o compilata in maniera parziale: aumento della sanzione da un minimo di € 2.000 a un massimo di € 6.000.
  • Omessa o incompleta compilazione qualora la stessa non consenta di verificare la regolarità del trasporto internazionale: sanzione prevista da € 2.065 a € 12.394.
 
Quando queste sanzioni colpiscono un veicolo immatricolato all’estero, è sempre possibile il pagamento in misura ridotta direttamente all'agente accertatore o, in alternativa, il versamento, a titolo di cauzione, di una somma pari alla metà del massimo della sanzione pecuniaria prevista per la violazione. In mancanza di pagamento viene disposto il fermo amministrativo del veicolo per i tempi suddetti.


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy