News

Le regioni Liguria, Piemonte e Lombardia hanno aderito alla facoltà, prevista dal decreto interministeriale 125 del 14 luglio 2017 di erogare contributi regionali per le imprese che svolgono trasporti combinati strada-rotaia, come ulteriore supporto al ferrobonus nazionale utilizzando proprie risorse.
 
La prima ad attivarsi, nell'aprile 2017, è stata la Regione Piemonte approvando una norma specifica nel suo Piano di Stabilità che stanzia 200 milioni per il 2018. A gennaio 2018, la Regione Lombardia ha stanziato 600mila euro per il triennio 2018.2020 e la Liguria ha stanziato 200mila euro per lo stesso periodo.
 
Questi contributi servono per finanziare servizi di trasporto intermodale o trasbordato da e per un nodo logistico o portuale situato nella Regione che eroga il contributo. Tali servizi saranno finanziati dai ferrobonus regionali fino al confine territoriale della Regione stessa.
 
Il Decreto 125/2017 stabilisce che i beneficiari del ferrobonus regionale devono essere gli stessi di quelli del contributo nazionale e devono usarlo sugli stessi collegamenti. In concreto, il ferrobonus regionale serve per ridurre la differenza tra il tetto ammissibile (2,50 euro per treni/chilometro) e quanto lo Stato stima di poter concedere sulla base delle risorse nazionali, che mediamente consentono un euro a treno/chilometro nel biennio.
 
La circolare ministeriale ribadisce che nelle tre Regioni, il contributo nazionale potrà essere integrato da quello regionale e precisa che il ministero dei Trasporti, tramite il gestore del Ferrobonus (la sua società Ram) comunicherà i soggetti beneficiari. Il testo invita anche i beneficiari ad anticipare i tempi della rendicontazione presentando i moduli entro il 30 settembre 2018 e che in caso contrario non garantirà la conclusione delle procedure per erogare il contributo entro la fine di quest'anno.
 


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy