News

Dal 1 marzo la Francia ha inasprito le multe per la violazione delle regole sul distacco dei lavoratori nel proprio territorio (Legge 771/2018). Questo provvedimento coinvolge anche il settore dell’autotrasporto, quindi autisti stranieri che effettuano viaggi da o per la Francia, o che compiono attività di cabotaggio.
 
Nello specifico, come riporta Assotir, l’aumento delle sanzioni riguarda:
 
  • il datore di lavoro: se non osserva le prescrizioni sulla dichiarazione di distacco o sulla designazione del rappresentante dovrà pagare 4.000 euro per ogni dipendente (contro i 2.000 precedenti), importo che sarà raddoppiato in caso di recidiva nei due anni dalla prima violazione;
  • il committente: se non rispetta l’obbligo di vigilanza si applicheranno gli importi di cui sopra.
 
Assotir ricorda inoltre gli obblighi delle imprese estere che distaccano autisti in Francia:
 
  • Pagamento di un salario minimo al dipendente di almeno 9,88 euro lordi/ora;
  • Nomina di un rappresentate dell’impresa in Francia che parli correttamente la lingua francese e presso il quale venga conservata la documentazione relativa al soggetto distaccato (buste paga, CCNL applicato al lavoratore, prove del pagamento della retribuzione)
  • Compilazione, per ciascun dipendente, dell’attestazione di distacco valida fino a 6 mesi da effettuare tramite la piattaforma SISPI gestita dal Ministero del Lavoro francese accessibile tramite il link: sipsi.travail.gouv.fr
  • Compilazione del modello A1 scaricabile dal sito Inps a questo link
  • Portare a bordo del veicolo la documentazione richiesta dalle normative francesi (copia dell’attestazione di distacco e del contratto di lavoro/buste paga)


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy