Normative

Pubblicazione: 13/10/2020

In data 11 Ottobre 2020 il Comitato Tecnico Scientifico si è riunito per analizzare la ridefinizione della quarantena e dell’isolamento fiduciario, adottando il principio di massima cautela. In particolare ha sottolineato la necessità di aggiornare il percorso diagnostico per identificare i casi positivi, ritenendo fondamentale il coinvolgimento dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta per l’esecuzione dei tamponi. Il CTS ha inoltre discusso sulla tempestiva restituzione dei soggetti guariti al contesto sociale e ha ridefinito i criteri dell’isolamento fiduciario delle persone che sono entrate in contatto con casi confermati positivi al Covid-19.
 
Il CTS ha quindi sintetizzato che, in caso di positivi asintomatici la quarantena passerà da 14 a 10 giorni, alla fine della quale basterà un tampone molecolare unico negativo a confermare la libera uscita; in caso di positivi sintomatici, la quarantena durerà almeno 10 giorni, dei quali, gli ultimi 3 dovranno essere in completa assenza di sintomi. Anche in questo caso non sarà più necessario il doppio tampone ma basterà un’unica risposta negativa a confermare la fine della quarantena. In caso di persone che sono state a contatto stretto con soggetti positivi al virus, scatteranno invece 10 giorni di isolamento fiduciario e l’obbligo di eseguire un tampone antigenico rapido o molecolare.
 
Queste decisioni permetteranno di liberare le persone che erano state contagiate in tempi molto più ragionevoli e alleggeriranno la forte pressione sul sistema nazionale dei tamponi, così da ottenere un grosso risparmio di risorse.


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy