News

A partire dal 20 maggio 2018 nell’ambito del controllo di un veicolo in viaggio sarà verificata anche la corretta sistemazione e fissaggio del carico, al fine di assicurarsi che non vi siano rischi per la circolazione (Decreto Ministeriale 19 maggio 2017).
 
Le linee guida UE
 
Le modalità di fissazione del carico sono indicate nell’allegato III del DM del 19 maggio 2017, ma esistono anche delle apposite “Linee guida UE”, consultabili a questo link, che pur non essendo vincolanti sono un utile strumento operativo.
 
Inosservanza normativa
 
In caso di carenze gravi o pericolose alla sistemazione e fissaggio del carico, il veicolo potrà essere rimesso in circolazione dopo che l’anomalia riscontrata sarà stata superata, mentre le violazioni di tali disposizioni comportano l’applicazione delle sanzioni pecuniarie previste dall’art. 79 del nuovo Codice della Strada, che vanno da euro 85 ad euro 338.
 
Responsabilità
 
In base all’art. 7 del citato decreto, le imprese di autotrasporto merci sono responsabili del mantenimento dei propri veicoli in condizioni di sicurezza e conformità, fermo restando le responsabilità del conducente.
 
Il D. Lgs. n. 286/05, all’art. 7, prevede invece che il caricatore, ovvero l’impresa che consegna la merce al vettore, curando la sistemazione delle merci su veicolo adibito all’esecuzione del trasporto, è in ogni caso responsabile della corretta sistemazione del carico, nonché destinatario di specifica sanzione in caso di violazione delle relative disposizioni (quella prevista dal nuovo Codice della Strada).
 
Fonte: confindustria.vr.it 


Allegati
N Descrizione File Download
1
1069_DM 19.5.17 controlli su strada e sic carico.pdf Download
 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy