News

Per effetto di una modifica del Codice Frontiere Schengen, in base ad una decisione del Consiglio UE del 7 marzo 2017, dal 7 aprile 2017 sono in vigore nuove misure di sicurezza alle frontiere con i Paesi che non fanno parte dell’area Schengen.
 
Le operazioni di controllo ai confini determineranno possibili rallentamenti nel flusso veicolare, con particolare riferimento alla frontiera tra Croazia e Slovenia, interessando nel dettaglio i valichi di Obrezje (autostrada Zagabria-Lubiana) e della Dragogna (itinerario Pola-Capodistria).

Alle frontiere con la Svizzera, che fa parte dell’area Schengen anche se Stato non-UE, non dovrebbero esserci particolari problemi, salvo emergenze contingenti.
 
Articolo a cura di
Confindustria Verona


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy