Flash

Pubblicazione: 15/02/2021

Per ridurre al minimo i disagi degli autotrasportatori diretti in Germania attraverso il territorio austriaco, obbligati ad esibire un certificato di tampone antigenico Covid-19 negativo (in inglese o in tedesco) effettuato nelle ultime 48 ore, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Enrico Giovannini, il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini e il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese hanno concordato che la Sanità Militare-Ministero della Difesa allestisca, a partire in data odierna, postazioni per effettuare i test agli autotrasportatori. Lo annuncia il MIT in una nota.
 
Tenutosi poco fa Bolzano, detto Comitato ha comunicato che le autorità austriache impediscono, già da oggi, l’accesso nel territorio austriaco a tutti i veicoli i cui conducenti ed occupanti siano sprovvisti di certificato attestante la negatività al Covid-19, tramite tampone (PCR o Antigenico), effettato nelle 48 ore precedenti. In assenza di tale certificato , i veicoli diretti in Austria dovranno proseguire verso il valico di Tarvisio, attraverso la A4 e la A23, dove le autorità del Paese confinante, al momento, non richiedono, per l’accesso nel loro territorio, il possesso di detta certificazione sanitaria. In relazione alla suddetta limitazione, allo scopo di evitare che si determinino situazioni di congestione del traffico in prossimità del confine di Stato del Brennero, in occasione della ripresa dell’attività lavorativa, dalle ore 3 circa di domattina, 15 febbraio 2021, lungo la A22, a cura della Polizia Stradale, saranno attivati filtri a Verona ed ad Affi, volti a verificare il possesso di tale certificazione a chi è diretto verso il Brennero, con intenzione di varcare il confine di Stato. La situazione è in continua evoluzione e sarà oggetto di costante monitoraggio da parte di Viabilità Italia.
 
Anche la Protezione Civile Nazionale è stata allertata per il necessario supporto e la Polizia Stradale assicura tutti i servizi necessari. 
La Provincia Autonoma di Bolzano sta predisponendo altre postazioni nelle quali effettuare i test in prossimità del valico. Ulteriori postazioni verranno eventualmente attivate in funzione dell'evoluzione della situazione.
Infine, anche la Farnesina è impegnata sulla questione e il Ministro Luigi Di Maio mantiene contatti costanti con le Autorità austriache e tedesche per trovare un accordo che superi l'emergenza odierna.


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy