News

Pubblicazione: 01/09/2021

Effetti del Pacchetto Mobilità. Dal 21 maggio, anche per i veicoli con massa complessiva a pieno carico compresa tra le 2,5 t e le 3,5 t, sarà obbligatoria la licenza comunitaria per l'effettuazione di trasporti internazionali.
 
Ne deriva l’obbligo dell’accesso alla professione con il rispetto dei vari requisiti previsti, tra i quali è prevista una capacità finanziaria ridotta. Sulla base, infatti, dei conti annuali certificati da un revisore o da altro soggetto debitamente riconosciuto, le imprese che esercitano l’attività con veicoli la cui massa a carico tecnicamente ammissibile superi le 2,5 t. ma non le 3,5 t., dimostrano ogni anno di disporre di un capitale e di riserve per un valore di almeno 1.800 euro per il primo veicolo utilizzato e 900 euro per ogni veicolo supplementare.

Il MIMS raccomanda di presentare la domanda di rilascio di licenza UE da parte delle imprese che operano esclusivamente con veicoli 2,5-3,5 t. a partire dal 1° gennaio 2022, con largo anticipo quindi rispetto all’obbligo di tale autorizzazione internazionale che scatta il 21 maggio 2022, per consentire una più efficace organizzazione dell’attività degli uffici ministeriali e per dare modo alle imprese stesse di richiedere successivamente presso il competente UMC il rilascio di copie conformi da mettere sui veicoli.
 
Per tutte le altre informazioni alleghiamo la circolare del MIMS.


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy