News

Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ha firmato il decreto che amplia le categorie che possono beneficiare del prepensionamento Ape sociale e dei precoci nel 2018. Tra le 15 categorie di lavori ritenuti gravosi, figura anche quella degli autisti di veicoli industriali.
 
Il provvedimento, che permette nel 2019 e 2020 il pensionamento senza il previsto adeguamento alla speranza di vita, interessa nel complesso 49.800 lavoratori. Oltre agli autisti di veicoli industriali, tra le categorie comprese ci sono anche i macchinisti delle ferrovie, i conduttori di gru, autogrù su autocarro, cestelli con piattaforma aerea, carrelli industriali, i facchini dei magazzini, gli addetti alla raccolta di rifiuti e i marittimi.
 
Già ora 69.400 lavoratori possono usufruire dell’Ape sociale (che consente il pensionamento anche con quattro anni di anticipo) o pensionarsi con 41 anni di contributi a qualsiasi età. Con l’ampliamento della platea prevista dal decreto, tra il 2017 e il 2020 circa 119.200 persone potranno, se vorranno, anticipare l’uscita dal mercato del lavoro senza nessuna penalizzazione della pensione.


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy