News

Il conducente di un pullman sfora i tempi di guida e di riposo prescritti dal Regolamento CE 561/2006 ed  i turisti restano bloccati ed "ospitati" dalla polizia stradale in attesa di un secondo autista.
 
Durante il controllo la polizia ha sanzionato il conducente che stava effettuando il trasporto di circa 50 turisti spagnoli, partiti da Treviso e diretti a Venezia per imbarcarsi sul Tronchetto (imbarcazione appositamente noleggiata dai turisti per effettuare il giro della città).
 
Il conducente del veicolo non aveva rispettato il riposo giornaliero previsto (Regolamento CE 561/2006 art. 4 lettera g e art. 8) prima di iniziare il viaggio e, oltre che ad essere sanzionato con centinaia di euro, è stato obbligato ad effettuare il riposo immediatamente. Conseguenza...i turisti, non hanno potuto proseguire il viaggio fino all'arrivo di un’altro autista in grado di condurre il bus.
 
Questo ha creato non poco disagio per i passeggeri che si sono trovati, sotto il sole battente e con una temperatura superiore ai 30°, ad attendere l'arrivo del secondo conducente senza avere a disposizioni strutture utili anche alle più banali necessità fisiologiche. 
 
Per questo motivo, la polizia stradale ha deciso di "ospitare" la comitiva all'interno della Sottosezione autostradale A27 - Treviso Nord, fornendo loro dei servizi e bibite fresche, oltre a spiegare il motivo del lungo blocco. Il tutto è durato circa 3 ore di attesa.
 

Ma, arrivati ad un certo punto, conviene davvero risparmiare sul servizio offerto dall'azienda di trasporto rischiando poi di incorrere in certi disagi, o ancora peggio mettendo in gioco la vita degli altri?


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy