News

Pubblicazione: 28/06/2021

Le imprese di autotrasporto fanno parte della ‘filiera della vita’ che collega i campi alla consegna delle merci ed è, pertanto, fondamentale per il Paese. Lo ha detto la viceministra delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Teresa Bellanova, intervenuta recentemente all’Assemblea nazionale di Confartigianato Trasporti.

“Durante la pandemia – ha spiegato – le vostre imprese si sono fatte carico di garantire la normalità in una situazione che poteva degenerare nel caos. Ora è tempo di guardare avanti e intendo lavorare con voi condividendo strumenti e obiettivi, con un metodo di impegno comune per dare soluzioni ai problemi. Per questo mi impegno ad avviare con voi un confronto a cadenza mensile. Serve un programma di medio e lungo termine che faccia leva sulla strategia green e digitale. Il fattore abilitante deve essere la sostenibilità economica, sociale e ambientale delle vostre imprese”.

Il punto della situazione sul fronte risorse
Nel corso dell’incontro il presidente di Confartigianato Trasporti Amedeo Genedani ha richiamato l’urgenza di misure che consentano di costruire il futuro delle imprese di autotrasporto merci, garantendo loro redditività e dignità.
Sul fronte degli incentivi per il rinnovo del parco veicolare,  la viceministra ha sottolineato che sono pronti i decreti attuativi per rifinanziare gli investimenti delle imprese, pari a 50 milioni più altri 50 milioni per il biennio 2020-2022, e ha annunciato l’impegno a recuperare altre risorse che andranno usate per l’ammodernamento e l’innovazione del settore anche sul fronte della formazione di nuove competenze. In tema di intermodalità, ha spiegato che è in corso l’interlocuzione con la Commissione Ue per l’erogazione diretta agli autotrasportatori degli incentivi mare-ferrobonus, come richiesto da Confartigianato. Altrettanto impegno per corrispondere alle sollecitazioni presentate dall’associazione anche per quanto riguarda i costi indicativi di riferimento per l’attività di autotrasporto e le deduzioni forfettarie confermate a 48 euro per viaggio come quelle dello scorso anno. Bellanova si è poi soffermata su un tema che ha definito ‘sfidante’, proponendo la costituzione di un tavolo sulle regole e la legalità.

Il presidente Genedani ha chiesto infine l’impegno della viceministra ad affrontare una serie di criticità denunciate dalle imprese: la carenza di personale e la difficoltà a reperire autisti, i problemi di viabilità a causa dei numerosi cantieri aperti su strade ed autostrade, i tempi lunghi di carico e scarico delle merci, la questione del Brennero, l’intermodalità ferro-nave, le revisioni dei veicoli, i controlli sul cabotaggio e sulla filiera della logistica, le tariffe di riferimento.
 


 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy