Normative

Articolo di Claudio Carrano, Amministratore Delegato di Infogestweb - Golia e componente del Tachograph Forum a Bruxelles
 
Lo scorso 4 giugno la Commissione Trasporti (TRAN) dell’Europarlamento ha votato una parte del Pacchetto Mobilità, quella relativa ad alcune modifiche alle norme sui tempi di guida e riposo, sul cabotaggio, sulle società di comodo e sul distacco trans-nazionale degli autisti.
 
Il contesto
 
La votazione ha suscitato un acceso dibattito e prese di posizione da parte delle associazioni di categoria e dei sindacati. Sui punti di modifica ai tempi di guida e di riposo degli autisti, buona parte delle categorie ha espresso un parere positivo, mentre le sigle sindacali dell’autotrasporto contrastano le nuove regole. Gli stessi sindacati nel maggio 2017 avevano indetto una mobilitazione per protestare contro il progetto di modifica delle normative sui ritmi lavorativi dei conducenti professionali, sulla base tuttavia di un’errata interpretazione del testo che alimentava la convinzione secondo cui si prevedeva l’eliminazione dei riposi settimanali.
 
Anche all’indomani della recente votazione del TRAN, un folto stuolo di critici, ancor prima di valutare attentamente i contenuti della proposta e, molto probabilmente, anche a causa di una scarsa conoscenza delle normative attualmente vigenti, ha attaccato violentemente le modifiche in discussione, bollandole come peggiorative e, addirittura, come causa certa di futuri seri rischi per la sicurezza stradale e per gli equilibri del mercato e della concorrenza.
 
È bene subito precisare che il testo licenziato dal TRAN è solo una proposta di modifica, quindi non ancora in vigore, che andrà ora discussa dal Parlamento Europeo. Secondo la proposta originale, il testo uscito dalla Commissione sarebbe dovuto andare direttamente alla discussione con il Consiglio dei ministri dei Trasporti europei e la Commissione Europea senza passare dal voto in seduta plenaria. Il 14 giugno scorso, tuttavia, la stessa seduta planaria ha respinto tale proposta, decidendo invece di mettere il testo uscito dalla TRAN al voto dell'Aula, previsto per luglio. Ciò significa un ritardo nell'iter di approvazione, ma anche la possibilità che prima del voto in Aula siano apportate modifiche.
 
L’analisi
 
Per provare a sgombrare il campo da fraintendimenti e allarmismi, riteniamo utile fare una analisi seria e documentata di quello che la proposta di modifica prevede realmente, discutendola e comparandola con l’attuale assetto della normativa in tema di ore di guida e di riposo dei conducenti professionali. 
 
È possibile leggere l’analisi scaricando il file pdf. sotto allegato.


Allegati
N Descrizione File Download
1
1136_06.20.2018 Analisi proposta modifiche Pacchetto Mobilità 2018.pdf Download
 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy