News

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (n. 250 del 24 ottobre) il decreto del Ministero dei Trasporti del 22 luglio scorso dedicato al rinnovo del parco veicolare, accompagnato da altri due decreti che forniscono le disposizioni attuative.
 
Il provvedimento prevede lo stanziamento di 25 milioni di euro per incentivare l’acquisto di veicoli ecocompatibili e semirimorchi adatti al trasporto intermodale.
 
Le domande possono essere presentate dal 26 ottobre 2019 fino alle 16.00 del 31 marzo 2020, inviando la documentazione alla RAM (la società del ministero incaricata di gestire la procedura). È però bene precisare che sono previste due fai.
 
Prima fase: le domande spedite entro le 16.00 del 12 dicembre devono essere inviate tramite posta elettronica certificata all’indirizzo ram.investimenti2019@legalmail.it e devono contenere:
- modello di istanza compilato e con la firma digitale del legale rappresentante
- documento di riconoscimento del legale rappresentante
- contratto di acquisizione dei beni oggetto d’incentivo, per dimostrare che l’acquisto è avvenuto dopo la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale
 
Le domande inoltrate rappresenteranno delle prenotazioni per ottenere le risorse. RAM le ordinerà in basa alla data di invio della PEC, pertanto prima si presentano le domande e maggiore è la possibilità di poter accedere ai contributi.
 
Seconda fase: le domande spedite dal 16 dicembre potranno essere presentate solo attraverso la piattaforma informatica disponibile sul sito di RAM. Dovranno contenere:
- modello di istanza generato dal sistema informatico e firmato digitalmente
- documento di riconoscimento del legale rappresentante
- contratto di acquisizione dei beni incentivati firmati dopo la pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale
 
Anche chi ha presentato domanda nella prima fase, dal 16 dicembre dovrà confermarla attraverso la piattaforma informatica di RAM entro le 16.00 del 31 gennaio 2020.
 
Veicoli che possono essere incentivati
 
9,5 milioni sono dedicati agli acquisti (anche tramite locazione finanziaria) di veicoli a trazioni alternative:
- 4.000 euro per veicoli a gas naturale compresso (CNG) o con motorizzazione ibrida (diesel/elettrica) tra le 3,51 e le 7 tonnellate;
- 10.000 euro per i veicoli elettrici tra le 3,51 e le 7 tonnellate;
- 20.000 euro per i veicoli elettrici con massa complessiva superiore alle 7 tonnellate;
- 8.000 euro per i veicoli a trazione ibrida (diesel/elettrico) e a metano CNG di massa complessiva tra le 7 e le 16 tonnellate;
- 20.000 euro i veicoli a gas naturale liquefatto LNG e CNG o a motorizzazione ibrida (diesel/elettrico) di massa pari o superiore alle 16 tonnellate.
 
Viene inoltre incentivata la conversione di veicoli da 3,5 t in veicoli elettrici con la restituzione del 40% dei costi sostenuti, questo entro un tetto massimo di 1.000 euro che comprendono dispositivo e dell’allestimento.
 
9 milioni di euro sono dedicati alla rottamazione e acquisizione (anche mediante locazione finanziaria) di nuovi veicoli pesanti euro VI e veicoli commerciali leggeri euro 6 D TEMP:
- 2.000 euro per ogni veicolo commerciale leggero pari o superiore alle 3,5 t e inferiore alle 7;
- 5.000 euro per ogni veicolo di massa complessiva da 7 a 16 t;
- 12.000 euro per ogni veicolo di massa complessiva a pieno carico superiore alle 16 tonnellate.
 
6 milioni sono dedicati agli acquisti (anche mediante locazione finanziaria) di:
- nuovi rimorchi e semirimorchi per trasporto combinato ferroviario (normativa UIC 596-5), per trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave (normativa IMO) e in possesso di almeno un dispositivo innovativo;
- rimorchi, semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli specifici superiori alle 7 tonnellate allestiti per trasporto ATP;
- sostituzioni nei rimorchi, semirimorchi o autoveicoli specifici superiori alle 7 tonnellate allestiti per il trasporto in regime ATP, con tali percentuali:
- 20% del costo totale fino a un massimo di 5.000 euro se l’acquirente è una piccola impresa;
- 10% del costo totale fino a un massimo di 5.000 per le medie imprese;
- 1.500 euro per le altre imprese, come specificato nel bando.
 
500 mila euro sono dedicati agli acquisti (anche mediante locazione finanziaria) di gruppi di 8 casse mobili e 1 rimorchio o semirimorchio portacasse:
- 8.500 euro per ciascun insieme.
 
Tutti contributi sono aumentati del 10% in caso di acquisizioni effettuate da piccole e medie imprese su specifica richiesta. Ogni singola impresa può presentare una sola domanda e non può ottenere un incentivo superiore ai 550 mila euro.
 
Per accedere alla fase della rendicontazione, a partire dal 1° aprile 2020 gli interessati devono trasmettere, oltre alla documentazione tecnica, la prova dell’integrale pagamento del mezzo attraverso la produzione della fattura quietanzata.
 
In allegato il decreto del 22 luglio, gli altri decreti attuativi e il modulo per l’invio della domanda.


Allegati
N Descrizione File Download
1
1630_modello_domanda_investimenti_edizione_2019_0.pdf Download
2
1629_decreto_11_ottobre_2019.pdf__0.pdf Download
3
1628_decreto_27_agosto_2019_n_393.pdf.pdf Download
4
1627_decreto_22_luglio_2019_n_336.pdf.pdf Download
 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy