News

Pubblicazione: 04/11/2020

La seconda ondata del virus COVID-19 è realtà e per far fronte alla nuova emergenza sanitaria il Presidente del Consiglio con molteplici DPCM ha varato una serie di misure per contenere il contagio. Per il momento è stato escluso il lockdown totale ma si prevede il coprifuoco nazionale e per il blocco della circolazione di notte dal 5 novembre 2020 al 3 dicembre 2020.
 
Dalle ore 22.00 alle ore 5.00 sono perciò consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Nelle ore notturne perciò si potrà spostare dunque solo per comprovati motivi, con l’autocertificazione a seguito.
 
BLOCCO DELLA CIRCOLAZIONE DI NOTTE, COPRIFUOCO NAZIONALE
I numeri dei contagi per Covid-19 sono in aumento in tutta Italia ed in particolare in Campania, Lombardia e Piemonte. La situazione precipita di giorno in giorno e perciò il Presidente Conte ha indotto il blocco della circolazione di notte, con il cosiddetto coprifuoco che scatta dalle ore 22.00 alle ore 5.00 
 
In Campania inoltre dal 23 ottobre e fino al 13 novembre 2020 (con possibilità di proroga) sono vietati anche gli spostamenti tra le province di Napoli, Salerno, Avellino, Benevento e Caserta.
In questo arco temporale nessuno si può muovere liberamente e per spostarsi è necessaria l‘autocertificazione come quella utilizzata durante il lockdown di marzo e aprile.
 
STOP AGLI SPOSTAMENTI TRA REGIONI
Nel nuovo DCPM, che entra in vigore il 5 novembre fino al 3 dicembre 2020, vengono adottate anche misure ristrettive per gli spostamenti fra regioni. Verranno quindi introdotti limiti alla circolazione in entrata ed in uscita verso le regioni più a rischio, identificate come rosse e gialle. Libertà di circolazione solo in quelle verdi, a rischio moderato e basso.
 
Per quanto riguarda lo stop, invece, solo nelle regioni in cui gli indici di diffusione del virus sono particolarmente negativi, che si collocano in uno “scenario di tipo 3” e con un livello di rischio “alto” o “medio”.  E’ consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Le regioni rosse, arancioni e verdi sono individuate nel documento dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS).
 
SPOSTAMENTI REGIONI ZONE ROSSE COVID-19
Spostamenti fortemente limitati nelle regioni classificate come rosse, che al momento dovrebbero essere: Lombardia, Piemonte, Calabria, Alto Adige e Valle d’Aosta. In bilico c’è anche la Campania. Qui sono vietati gli spostamenti in entrata e in uscita dai territori ed anche gli spostamenti all’interno del territorio, salvo che per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute.
 
SPOSTAMENTI REGIONI ZONE ARANCIONI
Anche nelle regioni classificate come zone arancioni, gli spostamenti saranno fortemente limitati e dovrebbero essere vietato ogni spostamento in un Comune diverso da quello di residenza o domicilio
 
SPOSTAMENTI REGIONI ZONE VERDI
Nelle regioni identificate come zone verdi valgono le regole del coprifuoco, con gli spostamenti limitati dalle 22.00 alle 5.00 del giorno dopo.
 
SPOSTAMENTI IN AUTO CONSENTITI NEL NUOVO BLOCCO DELLA CIRCOLAZIONE PER COVID-19
Come abbiamo visto gli spostamenti in auto sono fortemente limitati in tutta Italia, i cittadini sono autorizzati a muoversi solo per motivi di lavoro o comprovata urgenza e necessità. 
 
In ogni caso è fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche, per tutto l’arco della giornata, di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative (tragitto domicilio, dimora e residenza verso il luogo di lavoro e viceversa), di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi.
 
Tutti gli spostamenti vanno dichiarati nel modulo di autocertificazione, chi dichiara il falso rischia sanzioni fino a 3mila euro.
 
SPOSTAMENTI CON I MEZZI PUBBLICI
Nel nuovo DCPM sono consentiti gli spostamenti con i mezzi pubblici del trasporto locale e del trasporto ferroviario regionale con un “coefficiente di riempimento non superiore al 50 per cento“; ciò con esclusione, però, del “trasporto scolastico dedicato”.

MODULO AUTOCERTIFICAZIONE SPOSTAMENTI DI NOTTE
Il modulo di autodichiarazione deve essere esibito durante i controlli di polizia a giustificazione degli spostamenti dalle 22.00 alle 5.00 durante il coprifuoco nazionale, dal 5 novembre 2020 al 3 dicembre 2020.
L’autodichiarazione è anche in possesso degli operatori di polizia e può essere compilata al momento del controllo. A piè di pagina è possibile scaricare l'autocertificazione in PDF.
 
CHIUSURA NEGOZI, BAR E RISTORANTI PER COVID-19
Nelle giornate festive e prefestive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita, nonché presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati. Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00; il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi; dopo le ore 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico.
 
Restano aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande che si trovano nelle aree di servizio, autogrill e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti.
 
Team Golia
Tel: (+39) 045-2477462
Mail: golia@infogestweb.it
Fonte newsauto.it


Allegati
N Descrizione File Download
1
2490_dpcm 3 novembre 2020.pdf Download
2
2488_modello_autodichiarazione_editabile_ottobre_2020.pdf Download
 
Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno accetti il servizio e gli stessi cookie. - Privacy Policy